All'interno. Festa della Mamma. all'istituto Falcone...1. Il Servizio Socio Educativo informa...2. Il Servizio Infermieristico informa...

16 pages
0 views
of 16
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Description
MAGGIO 2017 Numero 05 Anno V Festa della Mamma all'istituto Falcone! All'interno Festa della Mamma all'istituto Falcone...1 Il Servizio Socio Educativo informa...2 Il Servizio Infermieristico informa...4
Transcript
MAGGIO 2017 Numero 05 Anno V Festa della Mamma all'istituto Falcone! All'interno Festa della Mamma all'istituto Falcone...1 Il Servizio Socio Educativo informa...2 Il Servizio Infermieristico informa...4 Maggio, mese dei matrimoni...5 Il Servizio Fisioterapico racconta...6 Il pranzo all'istituto Falcone...8 Chiacchierando...10 Ricette...11 La Festa della Mamma...12 Olimpiadi del Bellora...13 Un nuovo 'dottore'...14 Eventi e manifestazioni...15 Compleanni...16 Informazioni...16 Il Servizio Socio Educativo informa Scambio intergenerazionale Il giorno 13 Maggio 2017 sono venuti a trovarci, nella struttura di Via Agnelli un gruppo di ragazzi provenienti dall oratorio della Moriggia i quali, con l aiuto della nostra Educatrice Claudia e della loro Educatrice Sara, hanno intervistato i nostri ospiti più collaboranti. preso appunti domande. sulle risposte alle I nostri anziani sono stati piacevolmente sorpresi dalle domande proposte dai ragazzi e hanno apprezzato la loro capacità di ascolto e l interesse per i racconti. Gli ospiti credevano di dover partecipare ad un intervista più formale, anche per questo sono rimasti entusiasti della coinvolgente mattinata trascorsa in loro compagnia. L incontro inoltre è stato un mezzo di confronto di tradizioni e usanze non solo intergenerazionale ma anche tra gli ospiti stessi. Questo incontro nasce dalla voglia dei ragazzi di potersi relazionare con i nostri anziani e di poter conoscere meglio la realtà degli anni passati, della loro gioventù e di come i tempi siano realmente cambiati nel corso di questi ultimi 50 anni. I ragazzi, come piccoli giornalisti, hanno ascoltato i nostri ospiti e hanno 2 Newsletter Al termine dell incontro i ragazzi hanno consegnato ai nostri anziani delle rose di diversi colori che li hanno rallegrati, lasciando un ricordo ancor più positivo della piacevole mattinata. Gli obiettivi del progetto sono quelli di creare un momento piacevole di incontro e scambio fra generazioni diverse, sottolineando l importanza degli anziani per la trasmissione delle tradizioni, cultura, usi e costumi alle nuove generazioni e di promuovere senso di empowerment, termine che viene utilizzato per indicare un processo di crescita, sia dell'individuo che del gruppo, basato sull'incremento della stima di sé, dell'autoefficacia e dell'autodeterminazione per far emergere risorse latenti e portare l'individuo ad appropriarsi consapevolmente del suo potenziale. Questa iniziativa rientra nel progetto intergenerazionale avviato dalla Fondazione Bellora già da qualche anno e che ha visto in passato collaborazione con la scuola Dante di Gallarate e l oratorio di Jerago. Cristina Sbaglia, T.O. Rebecca e Sara, tirocinanti SSE Issue 1 3 Page 3 Il servizio infermieristico informa Ipertensione arteriosa L ipertensione arteriosa è un innalzamento dei livelli della pressione arteriosa del sangue. La pressione arteriosa è la misura della forza esercitata dal sangue pompato dal cuore, contro le pareti delle arterie. L ipertensione arteriosa, che colpisce un quarto della popolazione adulta è la prima causa di morte nel mondo, la causa più frequente di una visita ambulatoriale e il fattore di rischio riconosciuto più facilmente di ictus, infarto del miocardio, scompenso cardiaco, vasculopatia periferica, fibrillazione atriale e nefropatia terminale. L ipertensione essenziale deriva da un mix di cause ambientali e genetiche che interferiscono con il cuore e le arterie. I fattori genetici sono i più importanti mentre quelli ambientali si possono ricondurre allo stile di vita. Tra i fattori ambientali che possono favorire lo sviluppo della pressione alta ci sono: stress, obesità, fumo, scarsa attività fisica ed eccesivo consumo di sale. L ipertensione secondaria è la più rara delle patologie legate alla pressione alta ed è generata da disfunzioni renale ed endocrine. Il trattamento deve essere rivolto, 4 Page 4 quando possibile, alla causa. L intervento chirurgico è efficace in alcune forme di origine ben precisa: stenosi delle arterie renali, malattia di uno o entrambi i reni, tumori della ghiandola surrenale. E' importante che il trattamento prosegua regolarmente perché una sospensione inopportuna espone il paziente a un brusco aumento della pressione arteriosa e, eventualmente, a problemi cardiaci, cerebrali, renali, ecc. Per prevenire l ipertensione arteriosa si raccomanda, oltre a una condotta di vita sana e una dieta equilibrata (riduzione di grassi, tabacco, alcool e sale), di dedicarsi a una o più attività fisiche: camminare, andare in bicicletta, nuotare o fare ginnastica. In caso di ipertensione arteriosa moderata, per la quale sia stato o meno prescritto un trattamento, la pratica regolare e moderata di sport di resistenza può contribuire a una normalizzazione dei valori. Micaela Popa IP Newsletter Header Maggio: il mese dei matrimoni Il termine MATRIMONIO deriva dal latino matrimonium, letteralmente mater munus, quindi madre dovere. In origine quindi il matrimonio era un compito della madre , intendendosi il matrimonio come un legame che rendeva legittimi i figli nati dall'unione. Analogamente la parola patrimonium indicava il compito del padre di provvedere al sostentamento della famiglia. L'articolo 16 della Dichiarazione universale dei diritti umani afferma che: 1 Uomini e donne in età adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di soltanto con il libero e pieno consenso dei futuri coniugi. 3 La famiglia è il nucleo naturale e fondamentale della società e ha diritto ad essere protetta dalla società e dallo Stato. Ricordiamo che il matrimonio può avvenire con rito Religioso (in presenza di un ufficiale religioso celebrante) e Civile o solo con rito Civile (in presenza di un ufficiale civile celebrante). Tutto questo per augurare alla nostra Alessia un felice inizio per questa nuova vita matrimoniale con il marito Amodeo. Le ospiti del nucleo Papavero ti dicono che: Essere innamorato dell uomo che andrai a sposare rende il matrimonio una cosa bellissima. SSE razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all'atto del suo scioglimento. 2 Il matrimonio potrà essere concluso Issue Page Il Servizio Fisioterapico informa Frattura di Colles Saluti a tutti! In questo articolo vi parlo un po del tipo di frattura che si colloca al terzo posto per incidenza tra i soggetti anziani, restando dietro soltanto alle fratture di femore e della colonna vertebrale. Il polso è un articolazione dell arto superiore compresa fra la mano e l avambraccio, composta da 8 ossa corte (carpo) e le ossa dell avambraccio (radio e ulna). Molto spesso il polso è soggetto alla frattura che può riguardare le diverse ossa che lo compongono. La causa principale che può provocare la frattura di Colles è la caduta accidentale sul palmo della mano con il polso teso. In questo modo tutto il peso corporeo grava sulla struttura del polso provocandone la frattura dell epifisi distale del radio. I problemi di deambulazione, soprattutto per quanto riguarda gli anziani, contribuiscono per l insorgenza di questo tipo di frattura. Ne soffrono in particolare modo le donne con Una delle fratture più diffuse in generale è la frattura di Colles, il cui nome deriva dal chirurgo irlandese Abraham Colles che scoprì la patologia. La frattura in questione riguarda l epifisi distale del radio ed è caratterizzata da alcuni spostamenti che fanno acquisire al polso la forma del dorso a forchetta. Issue 1 6 Page 6 l osteoporosi: una malattia che colpisce lo scheletro umano e si caratterizza per una massa ossea ridotta e per un deterioramento del tessuto osseo che rende le ossa sempre più fragili e predispone il paziente alle fratture patologiche della colonna vertebrale, del polso e dell anca. Infatti dati epidemiologici hanno evidenziato che una donna su sette resta colpita da questo tipo di frattura. Prima di procedere con un trattamento terapeutico, l ortopedico analizzerà l arto ed eseguirà una radiografia per valutare la gravità della frattura. Il trattamento di guarigione della frattura di Colles consiste in: riduzione della frattura in modo da riportare la superficie distale del radio nella sua normale posizione anatomica immobilizzazione gessata del braccio per circa 45 giorni riabilitazione dopo 5 6 settimane dall' ingessatura in alcuni casi è necessario l intervento chirurgico, fissando i frammenti ossei con fili, placche o viti metalliche. La riabilitazione consiste in: mobilizzazione attiva immediata delle strutture adiacenti al polso, come dita, gomito e spalla, conseguentemente coinvolte nel periodo di immobilizzazione del polso, con l obiettivo di ridurre i danni causati dall immobilità (edemi, dolori) mobilizzazione passiva del polso e delle dita nel periodo post immobilizzazione, con l obiettivo di recuperare l ampiezza dei movimenti di ogni articolazione esercizi per il recupero della forza muscolare dell arto superiore coinvolto recupero della coordinazione motoria del polso e di tutto l arto superiore nel complesso, ben come la riabilitazione a gesti semplici della quotidianità. Un caro saluto fisioterapia! Silvia Maria Nordi FKT Page 7 dal servizio di Newsletter Header 7 Il Pranzo all'istituto Falcone Come ogni anno, la Fondazione Bellora ha organizzato, al ristorante 'Saperi e Sapori' della scuola alberghiera Falcone, il tradizionale pranzo della mamma. Eravamo 120 tra ospiti, famigliari ed operatori. Il ristorante era gremito fino all inverosimile: si sentiva un brusio come di alveare in cui le api regine eravamo noi. Sul tavolo, davanti a ciascuna di noi, c era un segnaposto originale: un cuore di plastica dove, circondata da una cornice di fiori, era scritta una frase che sembrava un inno in onore della mamma. Al giorno d oggi i figli più attenti portano alla propria mamma un presente come una semplice rosa, segno di riconoscenza e amore. I figli di alcuni ospiti della Fondazione hanno colto l occasione per festeggiare questa giornata con un pranzo insieme alla propria mamma come ai vecchi tempi. Issue 1 8 Page 8 Al tavolo numero 7 abbiamo preso posto io, la danzaterapista nonché redattrice del Ficcanaso Angela, la professoressa Laura B., l educatrice Chiara e alcune signore del centro diurno. La figlia di un ospite, anch essa professoressa, ci ha dato l occasione di confrontarci su alcuni metodi educativi utilizzati dalla scuola ai nostri tempi e ai suoi. Tutti gli educatori del SSE erano sempre in giro per i tavoli a controllare che tutto andasse bene e a scattare fotografie. Lucia Chirico Il pranzo è stato buonissimo e i ragazzi molto professionali, a partire dai camerieri per finire con i cuochi e gli assistenti di sala ai quali abbiamo fatto un caloroso applauso. ERRATA CORRIGE N 4 'IL FICCANASO': La quota per il pranzo di tutti gli ospiti partecipanti è stata finanziata dalla Associazione 'Amici del Bellora' Issue 1 9 Page 9 Chiacchierando... Le nostre vacanze estive e i piatti che più ce le ricordano Come contorno consiglio oppure le patate al forno. Io Camilla L., vorrei ricordarmi di Roma, piazza Venezia, San Pietro, Colosseo, Altare della Patria, piazza di Spagna, Fontana di Trevi, Villa Borghese. La ricetta culinaria che mi sentirei di consigliare ad un turista che si reca a Roma è l'abbacchio, carne molto morbida rispetto all'agnello che è più duro, con contorno di carciofi alla giudia. Un altro modo di cucinare i carciofi di contorno è farne il ripieno con carne trita, formaggio reggiano, pecorino, prezzemolo, aglio e pane grattuggiato, il tutto cotto in forno. Io, Gabriella C., vorrei parlare di Taormina che si trova in Sicilia, a metà tra Messina e Catania. Ricordo molto volentieri quella magnifica vacanza, il piazzale principale della città dal quale si vedeva il mare, il sole, la spiaggia e si godeva un clima di relax. Ricordo le grandi abbuffate di pesce, ma soprattutto il piatto tipico che più mi è rimasto in mente sono gli arancini fatti con riso, caciocavallo, ragù e piselli. Io, Nicola D. G., ricordo di essere andato a lavorare per le FFSS a Roma Casilino e Roma Termini. A tutti è rimasto impresso molto bene che, quando si visita la fontana di Trevi, bisogna da tradizione buttare un soldino affinchè ci porti fortuna. A me, Alma B, non piace la carne di agnello perchè è troppo selvatica, preferisco la carne di capretto perchè è più buona e più morbida. La mia ricetta arriva dalla mia famiglia che ha origini piemontesi e lombarde e l'ha sempre cucinata con olio, burro, rosmarino, sale e alloro, il tutto cotto in padella a fuoco basso, non al forno. Page insalata Io, Maria D., ricordo volentieri quando sono andata in Spagna, a Maiorca per la precisione, dove ricordo d'aver visto la corrida, che, sinceramente, non mi è piaciuta per niente, a mio parere è stato proprio un triste spettacolo. Sono stata anche nel vicino santuario di San Sebastian, molto bello e la gente spagnola che ho incontrato è sempre stata molto disponibile per aiutarci a conoscere i posti principali della città. Ho mangiato il piatto tipico spagnolo: la Paella, un super risotto con zafferano, carne, pesce e verdure....tratto dal gruppo di conversazione del giovedì pomeriggio... nucleo margherita e papavero Newsletter Header Ricette Arancini di riso Ingredienti per circa 12 arancini Zafferano 1 bustina Burro 30 g Riso vialone nano 500 g Sale fino 1 pizzico Acqua 1,2 l Caciocavallo stagionato 100 g Per il ripieno al ragù Sale fino q.b. Pepe nero q.b. Cipolle ½ Burro 25 g Maiale macinato 100 g Olio extravergine d'oliva q.b. Passata di pomodoro 200 ml Pisellini 80 g Caciocavallo fresco 50 g Vino rosso 50 ml Per la pastella Farina g Sale fino 1 pizzico Acqua 300 ml Issue 1 Per impanare e friggere Pangrattato q.b. Olio di semi q.b. Per preparare gli arancini di riso, iniziate lessando il riso facendolo cuocere per circa 15 minuti, poi sciogliete lo zafferano in pochissima acqua calda e unitelo al riso ormai cotto. Unite il burro, il formaggio grattugiato, mescolate bene per amalgamare il tutto, dopodiché versate e livellate il riso su un vassoio per farlo raffreddare completamente. Intanto dedicatevi al ripieno al ragù: fate un soffritto con cipolla tritata olio e il burro, unite la carne macinata e fate rosolare il tutto a fuoco vivace, sfumando alla fine con il vino. Aggiungete la passata di pomodoro, sale e pepe qb e cuocete a fuoco lento coperto per almeno 20 minuti. A metà cottura, aggiungete i piselli, il caciocavallo, il prosciutto cotto e la mozzarella. Una volta che il riso si sarà raffreddato completamente potrete formare gli arancini. Ora che avete tutti gli arancini pronti preparate la pastella, quindi tuffate gli arancini, uno ad uno avendo cura di ricoprirli interamente e rotolateli nel pangrattato. Scaldate l'olio e friggete un arancino alla volta o massimo due. Altre informazioni su: 11 Page La festa della Mamma La festa della mamma è una ricorrenza civile in alcuni paesi del mondo, celebrata in onore della figura di madre, della maternità e dell'influenza sociale delle madri. Non esiste un unico giorno dell'anno in grado di accomunare tutti gli stati in cui l'evento è festeggiato: in quasi due terzi di questi paesi la festa è celebrata nel mese di maggio, mentre circa un quarto di essi la festeggia a marzo. In gran parte degli stati europei, Italia compresa, negli Stati Uniti, in Giappone, in Australia e numerosi altri paesi la festa cade nella seconda domenica di maggio a San Marino si festeggia il 15 marzo nei paesi balcanici l'8 marzo in molti paesi arabi la festa cade invece nel giorno dell'equinozio di primavera. In Italia, la Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo fu celebrata il 24 dicembre 1933, nel quadro della politica della famiglia del governo fascista. Nell'occasione vennero premiate le madri più prolifiche d'italia. La data era stata scelta in connessione con il Natale. La festa della mamma come la si intende oggi è nata a metà degli anni cinquanta in due diverse occasioni, una legata a motivi di promozione commerciale e l'altra invece a motivi religiosi. Page In questa occasione, anche quest anno abbiamo voluto festeggiare insieme a tutti voi la festa delle nostre mamme (e non solo) della Fondazione con il Pranzo al ristorante Falcone di Gallarate. Chiudiamo l articolo con una dedica del nostro Simone alla sua mamma. Son tutte belle le mamme del mondo quando stringono al cuore un bambino. E la festa della mamma! La prima donna che ho conosciuto nella mia vita sei stata tu. Mi hai accudito, mi hai cresciuto, hai voluto per me il meglio dalla vita, hai pianto e riso con me e per me, ti ho dato modo di essere soddisfatta di me, anche se a volte, purtroppo ti ho delusa. Ti voglio Bene Mamma, il tuo Simone Simone Volpe ed Elena Migliorin, OSS Rebecca Panza, tirocinante SSE Newsletter Header Eventi e manifestazioni 2 OLIMPIADI DEL BELLORA PROGRAMMA SABATO 17 GIUGNO 2017 ore STRABELLORA camminata ludico motoria con partenza dalla sede di piazza Giovine Italia e arrivo presso la sede di via Agnelli Accensione della fiaccola olimpica e rinfresco DA LUNEDÌ 19 A GIOVEDÌ 22 GIUGNO ore GIOCHI OLIMPICI gare e giochi psicomotori nelle due sedi della Fondazione Bellora per Ospiti e familiari VENERDÌ 23 GIUGNO 2017 ore PREMIAZIONE FINALE grande festa con merenda per tutti presso la sede di piazza Giovine Italia A cura del Servizio Fisioterapico in collaborazione con il Servizio Socio Educativo Issue Page Un nuovo 'dottore' Dopo cinque anni, il 26 Aprile 2017 ho finalmente concluso il mio percorso di studi! Dopo essermi laureato all università Bicocca in Scienze dell Educazione, ho deciso di proseguire gli studi iscrivendomi ad un corso di laurea magistrale, Consulenza Pedagogica Per la Disabilità e la Marginalità, all Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Il 26 Aprile ho discusso una tesi sul tema delle vecchie e nuove dipendenze utilizzate nel periodo adolescenziale con mia grande soddifazione sono stato premiato con un bel 110 e lode! Dopo la proclamazione e dopo aver indossato la classica corona di alloro, insieme a famigliari ed amici mi sono recato nel meraviglioso giardino interno dell università dove ho fatto il classico salto della siepe!!! Page Tutti gli studenti che terminano gli studi, infatti, saltano le siepi del cortile, un gesto simbolico che significa esser riusciti ad oltrepassare e a lasciarsi alle spalle tutti gli ostacoli che gli studi hanno richiesto. Sono contento di aver raccolto i frutti di un percorso che negli ultimi tempi era diventato piuttosto faticoso e di avere a disposizione un po più di tempo da dedicare alle persone a cui voglio bene e alle cose che mi piace fare, compreso il mio lavoro in questa struttura. Filippo Tovaglieri SSE Newsletter Header Compleanni mercoledì 24 maggio, ore 15, FESTA DEI COMPLEANNI in RAB, via Agnelli suonerà la Balcon Band mercoledì 31 maggio, ore 15,45 FESTA DEI COMPLEANNI in SEDE, P.zza Giovine Italia suonerà il M Malorgio 45 EVENTO SPECIALE! LUNEDI' 29 maggio, ore in RAB via Agnelli, festeggeremo un traguardo straordinario: i 108 anni della signora ANGELA MARIA DONOFRIO Ad allietare la festa, oltre alla presenza di parenti e autorità, ci sarà la musica del M Gigi Tarantola. VI ASPETTIAMO NUMEROSI! CON L'ESTATE ECCO LE NOSTRE GELATATE! I gelatata in giro per Gallarate venerdì 9 giugno ritrovo ore II gelatata in SEDE p.zza Giovine Italia e in RAB via Agnelli venerdì 23 giugno ore con premiazione Olimpiadi del Bellora Issue Page ANNA MARIA M. 06/05/1927 MARIA C. 14/05/1926 ELSA B. 12/05/1925 ANGELA MARIA D. 28/05/1909 PIERANGELA M 13/05/1928 MARIA LUISA A. 30/05/1932 MARIA M. 15/05/1939 VILMA C. 02/05/1933 MARIA G. 22/05/1924 FRANCESCA P. 28/05/1925 ANNA MARIA C. 01/05/1926 GIUSEPPINA M. 08/05/1921 FAUSTA M. 10/05/1932 REDAZIONE: Servizio Socio Educativo Fondazione Bellora Onlus Piazza Giovine Italia 1 Gallarate Via Agnelli 7 Gallarate Page CLARA L. 11/05/1927 IGINA V. 14/05/1921 ROSINA G. 17/05/1923 DOMENICA A. 28/05/1933 ANNA MARIA G. 30/0
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks