Festa d i Laurea aü' niversità Liuc p er 583 dottori

22 pages
0 views
of 22
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Description
Festa d i Laurea aü' niversità Liuc p er 583 dottori TRADIZIONALE lancio del tocco, musica sotto le stelle, con lo sguardo rivolto al futuro. Festa di fine anno ieri alla Liuc, con una giornata che ha
Transcript
Festa d i Laurea aü' niversità Liuc p er 583 dottori TRADIZIONALE lancio del tocco, musica sotto le stelle, con lo sguardo rivolto al futuro. Festa di fine anno ieri alla Liuc, con una giornata che ha celebrato i 588 neolaureati dell'ateneo di Castellanza (387 di Economia, 58 di Giurisprudenza, 143 di Ingegneria). GLI AUGURI DEL RETTORE Al GIOVANI CHE Si AFFACCIANO SUL MONDO DEL LAVORO Liuc in festa, 588 neolaureati lanciano il tocco -CASTELLANZA- TRADIZIONALE lancio del tocco, musica sotto le stelle, con lo sguardo rivolto al futuro. Festa di fine anno ieri alla Liuc, con una giornata che ha celebrato i 588 neolaureati dell'ateneo di Castellanza (387 di Economia, 58 di Giurisprudenza, 143 di Ingegneria). Un evento aperto dal discorso del rettore, Federico Visconti, che ha citato la celebre canzone di Francesco Gabbani vincitrice del Festival di Sanremo, Occidentali's Karma ricordando che «dobbiamo alzare le soglie di attenzione e di protezione contro l'intelligenza dèmodè». LA SOLUZIONE, secondo il rettore, è «coltivare la conoscenza selettiva e profonda, mantenendosi a giusta distanza dalla comunicazione inflattiva e superficiale, affrontando il cambiamento senza rincorrerlo, legittimando la tradizione, l'apprendimento col fare, l'esperienza, fondamentali punti di leva quando tutto cambia velocemente». Presenti all'evento anche il presidente della Liuc Michele Graglia, docenti e direttori delle scuole di Economia e mana- DIPLOMI Alcune delle neolaureate Liuc Ieri la festa nel giardino dell'ateneo castellanzese gement e di Ingegneria industriale. Prima del lancio del tocco l'intervento di 3 Alumni - Fulvio Cattaneo, Veronica Marrapodi, Marco Negrelli - con il loro racconto di successo; quindi il conferimento di 17 dottorati di ricerca e delle lauree per 588 dottori. «L'università, unitamente alla scuola, svolge un compito educativo fondamentale - sottolinea il rettore - quello di contribuire alla costruzione dell'identità personale, culturale, sociale e professionale dei giovani. Che vuol dire tante cose: far crescere la consapevolezza dei valori non negoziabili, sviluppare il senso di responsabilità, esercitare al pensiero critico, esporre al rischio, catapultare nel problem solving, allenare al lavoro comune, educare alle relazioni tra semina e raccolto che, come insegnano i contadini, dipendono da tante variabili e non da banali automatismi. Vuol dire anche acquisire conoscenze e competenze - conclude - in linea con il progetto formativo del percorso di laurea». Ora una meritata pausa per i neolaureati, in attesa di affacciarsi sul mondo del lavoro. R.F. Cerimonia del conferimento delle lauree 2017 alla LIUC Mai mulà! Traduco in italiano: Mai mollare! Il rettore della Liuc, Federico Visconti, rivolgendosi ai 588 neodottori, ha formulato un avvertimento/monito: La mente, come diceva Plutarco, non è un vaso da riempire ma un fuoco da accendere Luciano Landoni Vivere e lavorare nella società liquida, dove tutto cambia alla velocità della luce, è difficile e stimolante al tempo stesso. Sei obbligato a tirare fuori il meglio di te stesso, sei costretto a distinguerti dalla massa indifferenziata dei tuttologi del web se vuoi veramente emergere e se vuoi concretizzare i tuoi sogni senza dover accettare compromessi frustrarti e demotivanti. Il rettore della LIUC-Università Cattaneo Federico Visconti, rivolgendosi ai 588 neodottori (387 in Economia, 58 in Giurisprudenza e 143 in Ingegneria) nel corso della manifestazione intitolata Giorno del futuro: laureati in festa e dedicata agli studenti e alle studentesse che hanno concluso il percorso universitario, ha formulato un avvertimento/monito: La mente, come diceva Plutarco, non è un vaso da riempire ma un fuoco da accendere a cui ha fatto seguire un triplice suggerimento: 1) coltivate la conoscenza selettiva e profonda ; 2) affrontate il cambiamento, ma non rincorretelo ; 3) legittimate la tradizione, l apprendimento col fare, l esperienza: fondamentali punti di leva quando tutto cambia velocemente. Una ricetta in apparenza semplice, in realtà coraggiosa ed impegnativa. Solo così, tuttavia, secondo Federico Visconti, sarà possibile sfuggire all interrogazione esistenziale resa celebre dal cantautore Francesco Gabbani (il vincitore dell ultimo festival di Sanremo con Occidentali s Karma): Essere o dover essere, il dubbio amletico, contemporaneo come l uomo del neolitico. La risposta ha ammonito il rettore è d obbligo: essere! Per affrontare il mercato del lavoro c è solo la strada dell essere. Mai mulà! ha aggiunto Traduco in italiano: mai mollare! Do infine il giusto tocco di internazionalizzazione: never, never give up! Dopo il rettore magnifico è stata la volta del presidente Michele Graglia. Graglia ha velocemente riassunto la produzione intellettuale della LIUC-Università Cattaneo: laureati dalla fondazione ad oggi, di cui in Economia Aziendale, in Ingegneria gestionale, in Giurisprudenza. Un vero e proprio esercito di menti d opera, fra uomini e donne, pronti a misurarsi con le insidie del mondo turbolento e instabile del 3 Millennio: armati del proprio cervello, della propria immaginazione creativa, del proprio desiderio di fare qualcosa di unico e inimitabile, così da essere protagonisti del cambiamento e non vittime del medesimo. Non possiamo adagiarci sulle consuetudini ha detto Michele Graglia -, sulle certezze del passato, sull acritica accettazione di ciò che fino a ieri ha funzionato se vogliamo affrontare il domani che ogni giorno ci sfida. I sommovimenti sociali, economici, culturali, religiosi che sconvolgono (molto spesso violentemente e drammaticamente) il mondo intero richiedono da parte soprattutto dei giovani Un impegno certamente molto più complesso rispetto ad un tempo e che va affrontato con valori certi. Non abbiate timore e osate ha suggerito il presidente della LIUC-Università Cattaneo alle centinaia di studenti e studentesse che lo ascoltavano -, guardate oltre l ostacolo e le difficoltà: la determinazione, l impegno, il desiderio di continuare ad imparare e migliorare vi consentiranno di superare le avversità e diventare, giorno dopo giorno, protagonisti del vostro futuro. C è chi l ha già fatto, come i tre dottori made in LIUC che hanno portato la loro diretta testimonianza. Fulvio Cattaneo, laureato in Economia Aziendale, vanta una lunga esperienza professionale e manageriale sviluppata in ambito commerciale, formativo e marketing. Ha lavorato per Prime Consult SIM oggi Banca Generali, Cecchi Gori Group, Antonio Parma & Figli, Flou. Dopo 15 anni trascorsi come Direttore Vendite Italia per Flou, dal 2013 è Direttore Commerciale Italia per la Divisione Home Design di ItalianCreationGroup, holding a cui fanno capo i marchi Driade, Valcucine, FontanaArte e Toscoquattro. Veronica Marrapodi, dopo la laurea in Giurisprudenza nel 2012, ha svolto la pratica forense presso uno studio legale milanese specializzato in diritto penale dell economia, sostenendo successivamente l esame di abilitazione all esercizio della professione. Contemporaneamente ha frequentato la Scuola di Specializzazione per le professioni legali conseguendo il diploma nel 2014. Ha collaborato con un importante studio legale associato di Busto Arsizio e nel 2016 ha superato il concorso di magistratura ordinaria. Attualmente svolge il tirocinio presso il Tribunale di Milano. Marco Negrelli, laurea magistrale in Ingegneria Gestionale, ha ricoperto ruoli di crescente importanza sia in ambito Manufacturing (Whirlpool Europe) che nelle Commercial Operations (CNH Industrial). Attualmente è Commercial Logistics Manager per i mercati APAC (da Australia a Turchia, passando per Cina, Russia, India). Gestisce team delocalizzati e multiculturali. Infine, sono stati premiati i 5 migliori laureati: Monica Moscio e Matteo Felici, rispettivamente Laurea in Economia aziendale e Laurea magistrale in Economia aziendale e management; Cristina Roagna, Laurea in Giurispridenza; Gianluca Zedda e Gloria Puliga, Laurea in Ingegneria gestionale il primo e magistrale in Ingegneria gestionale per la produzione industriale la seconda. A Castellanza come in America. Grande festa per i laureati alla Liuc di Redazione Premiati i cinque migliori laureti in un cerimonia pubblica, che ha molto del sapore americano. Stiamo celebrando una storia dal gran finale. Anni di lezioni e di esami, di soddisfazioni e di delusioni, di incontri e di amicizie. comincia così il discorso del rettore dell Università Liuc di Castellanza, Federico Visconti Avete vissuto un esperienza di universalità e di totalità destinata ad accompagnarvi per tutta la vita, in linea con il significato etimologico stesso di Università. Sono stati anni unici e lo si riveleranno anche in futuro, non solo nell album dei ricordi. Sono storie dal gran finale quelle su cui punta l Università nel bellissimo parco della LIUC, alla presenza del Presidente della LIUC Michele Graglia, dei Direttori delle Scuole di Economia e management, Rodolfo Helg, di Diritto, Alberto Malatesta, e di Ingegneria industriale, Carlo Noè, dei docenti, delle autorità del territorio, di amici e parenti in attesa dello spettacolare lancio del tocco. Cinque i migliori laureati, per ciascun corso di laurea, premiati durante la cerimonia: Monia Morscio e Matteo Felici, rispettivamente con laurea in Economia aziendale e laurea magistrale in Economia aziendale e management; Cristina Roagna, laurea in Giurisprudenza; Gianluca Zedda e Gloria Puliga, laurea in Ingegneria gestionale e magistrale in Ingegneria gestionale per la produzione industriale. Prima l intervento di 3 Alumni Fulvio Cattaneo, Veronica Marrapodi, Marco Negrelli con il loro racconto di successo; quindi il conferimento di 17 Dottorati di ricerca e delle Lauree per 588 dottori (387 di Economia, 58 di Giurisprudenza, 143 di Ingegneria). I mantra pane quotidiano gridati dalla folla in quantità, quell essere tutti tuttologi del web e le risposte facili o i dilemmi inutili impongono di tornare a parlare di mente che, come diceva Plutarco, non è un vaso da riempire ma un fuoco da accendere. E restando in terra greca, completando le citazioni di un brano che impazza, ha annotato Visconti rivolto ai laureati acclamati: Comunque vada, tutto scorre. Indietro non si torna, il passato serve soprattutto per imparare, lo sguardo e le energie devono essere rivolti al futuro. Voi ne sarete protagonisti. Ogni giorno i legami con la comunità dei laureati LIUC generano idee ed opportunità, nelle forme più svariate, anche grazie all attività dell Associazione degli Alumni. Sulla stessa linea il Presidente della LIUC Michele Graglia che ha richiamato i giovani a responsabilità e coraggio: Voglio raccomandarvi di essere capaci di confrontarvi civilmente, di approfondire le problematiche, di assumervi le giuste e doverose responsabilità, di non lasciarvi andare al qualunquismo, all indifferenza verso i problemi, soprattutto se sono degli altri, e all egoismo, di fermarvi, ogni tanto, e riflettere se quello che state facendo ha un valore positivo anche per il mondo che vi sta attorno. Diretto e deciso, il Presidente: Se falciare con un automezzo i pedoni per la strada o permettere che migliaia di persone muoiano nel tentativo di migrare per costruirsi un futuro migliore diventano giorno dopo giorno degli accadimenti normali, da accettare, vuole dire che stiamo dimenticando qualche semplice ma importantissimo principio. Certamente non è solo all interno di un aula universitaria che tali problemi possono trovare una soluzione, ma è altresì indiscutibile che un luogo come questo, centro di studio, cultura, conoscenza non può non essere un centro di riflessione, analisi e valutazione di questi argomenti fondamentali. Buoni i numeri dei laureati LIUC, arrivati ormai a che, ha ricordato Graglia, rafforzano il nome LIUC nel panorama universitario e ne accrescono la credibilità nel mondo del lavoro dove i nostri laureati trovano collocazione con tempi rapidi (circa 3 mesi dal titolo). Da annotare l intervento iniziale di 3 laureati LIUC che hanno portato le loro storie di fatica, impegno e successo all attenzione dei colleghi. Un modo, questo, voluto dal Rettore Visconti per lasciare parlare i fatti attraverso i racconti appassionati di Fulvio Cattaneo, Direttore commerciale Italia divisione Home Design di ItalianCreationGroup Spa; Veronica Marrapodi, magistrato ordinario in tirocinio presso il Tribunale di Milano e Marco Negrelli, Commercial Logistics manager di CNH Industrial. Nessuna retorica, ma una invariante, una condizione di fondo che ho imparato molti anni fa da un amico imprenditore, mio grande maestro di vita ha riportato Visconti mai mulà! Traduco in italiano: mai mollare! Dò infine il giusto tocco di internazionalizzazione: never, never give up! Comunque vada, panta rei , 588 laureati in festa alla Liuc Cercasi, storie dal gran finale sperasi : è stato il testo di Francesco Gabbani cantanto a Sanremo 2017, Occidentali's Karma, a dare lo spunto al rettore della Liuc Federico Visconti per l'augurio a tutti i suoi laureati, nella celebrazione di una storia dal gran finale , venerdì 23 giugno nel parco dell'università. Essere o non essere, il dubbio amletico, contemporaneo come l'uomo del neolitico - Visconti richiama il testo di Gabbani per dire che «la risposta è d'obbligo: essere! L'Università, unitamente alla Scuola, svolge un compito educativo fondamentale: contribuire alla costruzione dell'identità personale, culturale, sociale e professionale dei giovani». Conclude poi il Rettore: «Vi potrei dire tante cose, più o meno interessanti, più o meno retoriche, su come gestire il tutto scorre . Magari zigzagando tra sogno e realtà, tra opportunità e minacce, tra spinte e resistenze al cambiamento. Preferisco dirvi mai mollare , con il giusto tocco di internazionalizzazione, never, never give up! ». Prima della consegna dei diplomi di laurea, sono intervenuti tre alumni Liuc. Fluvio Cattaneo, matricola 217, si è iscritto a Economia quando aveva 26 anni: «La mia storia comincia con la storia di questo ateneo. Nonostante lavorassi già, sentivo in me il fermento di fare altro. Importante è stato l'appoggio della mia famiglia, e a voi tutti dico di stare attenti a cogliere le opportunità». Sul palco anche Veronica Marrapodi, che nel 2016 ha superato il concorso di magistratura ordinaria: «Ricordo anche io questo giorno e condivido con voi queste forti emozioni. Giurisprudenza alla Liuc ha una metodologia di insegnamento particolare perchè tra i professori ci sono quelli che praticano il diritto e frequentano le aule di giustizia, un vantaggio che si riversa nelle aule di lezione». Ancora, l'augurio ai laureati di Marco Negrelli, laurea magistrale in ingegneria gestionale, oggi gestisce team delocalizzati e multiculturali: «Quando ho cominciato a lavorare ho capito che non c'è più spazio per il superfluo. Per non perdere la bussola affrontate sempre tutto con pensiero critico, la prima caratteristica che si ricerca in un colloquio di lavoro». L'università di Castellanza ha superato quest'anno i 10mila laureati, come ha ricordato il Presidente Michele Graglia, richiamando i giovani a responsabilità e coraggio. Oltre ai 588 laureati (387 di Economia, 58 di Giurisprudenza e 143 di Ingegneria), sono stati conferiti gli attestati a 17 Dottorati di ricerca. Cinque, inoltre, i milgiori laureati, per ciascun corso di laurea, premiati durante la cerimonia: Monia Morscio e Matteo Felici (Economia), Cristina Roagna (Giurispurdenza), Gianluca Zedda e Gloria Puliga (Ingegneria) (Manuela Zoni) Gabbani i41111 spira il rettore ((Avanti, vince l'essere» Visconti e Graglia esortano i giovani: «Non mollare mai» CASTELLANZA - Francesco Gabbani, il trionfatore di Sanre - mo, in provincia di Varese è dicasa. Il suo disco è nato a Gallarate. Ma probabilmente nemmeno lui si sarebbe mai immaginato di diventare protagonista della cerimonia di consegna delle lauree in una università. E non stiamo parlando di una sua esibizione, ma di vere e proprie citazioni dei suoi testi, proprio quell' Occidentali's Karma che l'ha portato al trionfo. Invece è accaduto proprio ieri all'università Cattaneo, in quella che da sempre è la giornata più importante e carica di emozione vissuta dagli studenti : la conse - gna dei diplomi. Abiti eleganti, un po ' di tensione, genitori orgogliosi e una certa formalità tipica di queste occasioni. Ma ieri ci ha pensato direttamente il rettore, Federico Visconti, a portare sul palco quello stile che lui stesso ha definito Unconventional . «E' proprio questo stile - ha detto nel suo discorso ufficiale - che mi ha suggerito di pescare nel testo di Gabbani una seri e di spunti da valorizzare». Del resto, anche il presidente dell' università, Michele Graglia, ha voluto rivolgersi ai 588 laureati «come padre più che come presidente, non ho mai amato le formalità e le affermazioni di rito». Insomma, la sensazione è che tutti coloro che ieri hanno concluso il loro percorso di studi abbiano realmente avuto l'opportunità di imparare dentro una comunità e non solo dentro delle aule. Gabba n i docet Cercasi, storie dal gran finale sperasi canta Gabbani e Visconti parte da qui. Il rettore ha voluto celebrare «una storia dal gran finale - ha detto - Avete vissuto una esperienza di universalità e totalità, destinata ad accompagnarvi per tutta la vita. Sono stati anni unici e lo si riveleranno anche in futuro». Certo ora resta il dubbio amletico di Gabbani Essere o dover essere . Visconti non ha dubbi e la sua è una vera incitazione agli studenti: «La risposta è d'obbligo - ha sottolineato - essere. L'università svolge un ruolo educativo fondamentale: contribuire alla costruzione dell'identità personale». «Mai mollare» E dunque cosa devono fare i neo laureati da oggi. «Mai mulà», dice il rettore in dialetto, per poi tradurre in italiano e inglese. E su questo, si trova sulla stessa lunghezza d'onda del presidente Michele Graglia, che come un padre è preoccupato del mondo che sta fuori dalle aule e vuole dare qualche suggerimento ai propri ragazzi. Sicuramente non mollare mai è il primo. Ma poi «dovete essere capaci di confrontarvi civilmente, di approfondire le problematiche; di assumervi le giuste e doverose responsabilità, di non lasciarvi andare al qualunquismo, all'indifferenza verso i problemi, soprattutto se sono degli altri». Certo, la società in cui i giovani sono chiamati a vivere non aiuta. E Graglia lo sa: «Corriamo quotidianamente il rischio di perdere la direzione corretta, di arrivare in ritardo, di vanificare gli sforzi fatti per anni». Cambiamento ossi ile Insomma, il presidente vuole mettere in guardia i suoi studenti, perché «se falciare con un automezzo i pedoni per la strada o permettere che migliaia di persone muoiano nel tentativo di migrare per costruirsi un futuro migliore diventano accadimenti normali, allora vuol dire che stiamo dimenticando qualche importantissimo principio. E un luogo come l'università non può non essere un centro di riflessione, analisi e valutazione di questi argomenti fondamentali». Graglia cita la debolezza delle istituzioni, il prevalere del disfattismo e della superficialità di analisi: sono le sfide più difficili ma che non possono essere lasciate da parte. «Non abbiate timore e osate, andate oltre l'ostacolo». Ora per i neolaureati comincia il bello. Emanuela Spagna Grande festa ieri alla Liuc per i 588 studenti che si sono laureati ... lk. ,.:., Ati'... x.,ra ^^qñ,b... T; _3 ÿr.. '0,1 *J.,..... `: f.. {LT.+ ` ;ÿ 0 nì '. ` C, ` : #. 77 ' rlra. _ F {F,, '. e Ÿ `_..,,' s , -! ' s - _ t mk 1 'r. _, l.,. ' a. ', -3 1, . - k E, . '.. r, j.. k -. Tre manager di successo si raccontano Ventisei anni fa, all'età di 26 anni, Fulvio Cnttaneo, matricola 217, era all'inizio degli studi in Economia Aziendale alla Liuc Università G, - taneo. Ieri, il direttore commerciale di ltaii n Creation Group è intervenuto a Il giorno del futuro - Laureati in festa . Con lui, altri due alunni eccellenti: Veronica Marr
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks