Gvcghjl

164 pages
3 views
of 164
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Description
STILE ITALIANO 11 LUGLIO 2019 € 5,00 (ITALIA)LA CASA NELLA NATURA CON VISTA SU TAVOLARAOSPITI DI FAUSTA GAETANI SUL MARE DI POSITANOCON BIANCA…
Transcript
STILE ITALIANO 11 LUGLIO 2019 € 5,00 (ITALIA)LA CASA NELLA NATURA CON VISTA SU TAVOLARAOSPITI DI FAUSTA GAETANI SUL MARE DI POSITANOCON BIANCA ARRIVABENE A PALAZZO PAPADOPOLIA LECCE CON IL FAI PER SANTA MARIA DI CERRATEluglio 2019Viaggio nel Mediterraneo tra le onde della calda estateLNavigando lungo la costa. Si parte a bordo della Goletta Weatherbird che ha ospitato a bordo alcuni dei più famosi intellettuali e artisti degli anni 30: tra questi, Ernest Hemingway, John Dos Passos, Pablo Picasso, Zelda and Francis Scott Fitzgerald, Man Ray, Coco Chanel, Fernand Léger, Cole Porter, Louis Armstrong, Sergei Diaghilev. Tutti amavano navigare nel Mediterraneo, affascinati dalla cultura europea e dalla dolce vita della Costa Azzurra. Oggi Weatherbird è tornata a solcare le onde, grazie ad Aloisa e Isabella Moncada di Paternò (a pagina 124). Dal Mar Ligure si arriva in un giardino incantato, pieno di fiori e di profumi con vista sul Borgo e il castello di Portofino, (a pagina 108). Sopra la collina, il bosco mediterraneo. Dove oltre al mirto, al corbezzolo, al lentisco, cresce, fragrantissimo, grazie alle brezze marine che lo accarezzano, il ginepro… Navigando a Sud nel Tirreno si incontra la Sardegna con le sue luci meravigliose, i profumi inebrianti e la bella casa con vista sull’isola di Tavolara (a pagina 56). Appartiene a Stefano Mortari, stilista di moda che ne ha fatto il suo rifugio per le vacanze: “Amo il vuoto, l’essenziale: è uno stato d’animo che vive sempre dentro di me. Qui abbiamo la Tavolara che parla e che mette in scena uno spettacolo, giorno e notte, tutto si concentra sull’isola…”. Anche nel servizio realizzato a Positano, nella casa di Fausta e Raimonda Gaetani, proprio di fronte all’isola Li Galli, meta negli anni 50 di un turismo raffinato, si gode dell’energia gioiosa e dei colori più belli del ‘mare nostrum’ (a pagina 40). Si abbandona il Tirreno per l’Adriatico e si arriva in Puglia, con la visita alla Chiesa dell’Abbazia di Santa Maria di Cerrate, Lecce, un magnifico esempio di architettura romanica pugliese con importanti affreschi risalenti al XII secolo, un Bene dato in concessione trentennale nel 2012 dalla Provincia di Lecce al FAI, Fondo Ambiente Italiano. Dopo oltre due anni di restauri, ha recentemente riaperto le porte al culto e alle visite (a pagina 88). E poi, dulcis in fundo, Venezia, con il famoso Palazzo Papadopoli (a pagina 70), sede dell’Hotel Aman Venice e residenza di Bianca e Giberto Arrivabene Valenti Gonzaga. “Sono tutti qui i ricordi più belli della mia vita”, racconta il padrone di casa. “Da bambino sentivo dalla mia stanza, i gondolieri che cantavano Santa Lucia…”. n7DI MARGHERITA DALLAIsommario8840 ABITARE 12 LA MIA STANZAdi Marella CaraccioloA Londra, una stanza minimalista che evoca i foyers dei teatri, con molti elementi decorativi che riportano alla storia della padrona di casa40 AL MARE. UN LUOGO DEL CUORE Il restauro di questa bella dimora a Positano è il richiamo alla tradizione e agli artigiani locali, per riportare in vita lo stile anni 5056 AL MARE. VACANZE CON VISTAIn Sardegna, tra rosmarino, corbezzolo e mirto, il rifugio di Stefano Mortari, designer alla ricerca di semplicità. Sullo sfondo, il profilo di Tavolara70 INTERIORS. ABITARE A PALAZZOTra Rialto e San Tomà, Palazzo Papadopoli ora sede dell‘Hotel Aman Venice, è stato completamente restaurato grazie all’intervento di un gruppo di professionisti del restauro100 ARCHITETTURA. UN BAGNO DI CULTURA Bagni Misteriosi, il progetto che ha unito cultura, sport, benessere e tempo libero grazie alla Fondazione Pier Lombardo88 ARTE. GIOIELLO LECCESEUn esempio di architettura romanica in un luogo di fascino: l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate è tornata all’antico splendore grazie al FAI In copertina foto di Henri Del Olmo70108NEL VERDE 108 IN GIARDINO. PROFUMO DI MARE A Portofino, con una splendida vista sul mare di Portofino o marinaro, un giardino ricco di essenze mediterranee e fioriture122 L’INTERVISTAdi Marco BayChiara Camoni, artista, vive in un paesino sulle Alpi Apuane, immersa in un paesaggio aspro ma ricco di spunti e di ispirazione121 DIALOGHIdi Guido Piacenza“Non ostinatevi troppo a comandare chi sì e chi no nel vostro giardino. La biomassa vivente è composta al 98% dai vegetali, il 2% dagli animali”160Oltre la SIEPE di Marco BayFior di loto (Nelumbo nucifera), la più bella delle piante acquatiche, è considerato un fiore sacro sia per l’induismo che per il buddismoIDEE 21 LA SELEZIONEdi Francesco BinfaréFrancesco Binfaré è uno dei protagonisti del design italiano. Progettista e artista anticonvenzionale15 MOSTREMilanoA Palazzo Reale una delle più interessanti mostre dedicate al movimento preraffaellitasommario15 38 ART&CRAFTSdi Alberto Cavalli“Credo che Venezia sia la città che, più di ogni altra, rappresenta la duplice anima di estrema visibilità e di trattenuto mistero dei suoi tesori”124 CROCIEREWeatherbirdLa goletta Weatherbird è stata restituita al suo splendore originale e oggi offre vacanze indimenticabili, unite a grande comfort128 GIOIELLITouscéFabiana Coalova, creativa e fondatrice di Touscé Gioielli, è una giovane designer cresciuta con uno spiccato estro artistico132 SHOWROOMTalentiTalenti ha inaugurato il suo primo show-room monomarca a Milano, in via Pontaccio 19, aprendo le vetrine nel Brera Design District130 DESIGNFir ItaliaFir ha lanciato il progetto The Outfit. Una nuova gamma di finiture con una tecnologia innovativa131 INTERIORS124128LualdiPorta, ma anche sistema divisorio, Teatro è un elemento personalizzabile nelle sue componentiAbbonarsi conviene! Tel. 199.111999 www.abbonamenti.it/vg134 AUTOAudiLo scorso mese di giugno Audi ha presentato il Nuovo SUV ibrido plug-in Q5 55 TFSI Quattro136 PARQUETMogentaleNata nel 1948 come segheria, Mogentale è specializzata nella realizzazione di pavimenti in legno di alto artigianato138 RESORTSport Hotel PanoramaAlp & Wellness Sport Hotel Panorama è un elegante resort sulle Dolomiti a Fai della Paganella (Trento)140 EVENTIHomi OutdoorGrandi novità per Homi. A partire dalla prossima edizione infatti, l’evento sarà suddiviso in tre diverse esposizioni143 SCEGLIERE. SPECIALE OUTDOOR Le più recenti novità presentate dalle maggiori aziende produttrici di arredi per il giardinoCOMPRARE AFFITTARE 131 PUGLIA Tra le mete estive, il Salento offre un’ampia scelta di case di qualità e fascino complete di tutti i servizi desiderabiliLA MIA STANZAa cura di Marella CaraccioloRaimonda Gaetani: minimalista tra disegni, bozzetti e costumi “Sin dai primi anni Settanta ho lavorato su tanti progetti teatrali a Londra”, racconta I-PHOTO DI MARELLA CARACCIOLO Raimonda Gaetani, leggendaria costumista e scenografa. “Qui ritrovo un’intimità con me stessa che altrove, a volta, dimentico”. Un’intimità che pervade ogni angolo del suo appartamento, un delizioso pied-à-terre in un bel palazzo anni Trenta che si affaccia sul Chelsea Physic Garden il quale, con la sua collezione di 5.000 erbe officinali e i suoi tre secoli e mezzo di storia, è il più antico orto botanico di Londra. Questa stanza minimalista - ad eccezione dello sfolgorante tappeto rosso che evoca i foyers dei teatri – custodisce elementi decorativi che riportano alla storia della padrona di casa. In primo luogo le tende di seta grigio-argento tessute a mano negli storici setifici di San Leucio a Caserta e che la partenopea Raimonda Gaetani ha portato a Londra. E poi, in bella mostra sopra il divano, la riproduzione di un suo bozzetto del Don Giovanni per la regia di Luca De Filippo. “Il primo attore per cui disegnai i costumi fu Laurence Olivier”, racconta Raimonda Gaetani come se nulla fosse. Era il 1974 quando Franco Zeffirelli le chiese di disegnare i costumi per la produzione inglese di ‘Sabato, domenica e lunedì’, la pièce di Eduardo che il regista fiorentino scomparso da poco stava mettendo in scena all’Old Vic, storico teatro londinese. Protagonisti, appunto, Laurence Olivier e Joan Plowright. Per Zeffirelli (“il Maestro tra i Maestri”) Raimonda ha disegnato tra le altre cose anche scene e costumi per la produzione inglese di Filumena Marturano. Dal 1974 Raimonda inizia a collaborare regolarmente con Eduardo De Filippo: scene e costumi per le sue produzioni a Roma, Napoli e Firenze e anche per le produzioni teatrali per la Rai. “Londra è una città che amo perché mi riempie di energia”, spiega. “Ci sono migliaia di cose da vedere, qui, di gente da incontrare. È l’unico posto al mondo che mi fa questo effetto. E non è solo perché ci ho passato gli anni della giovinezza, i divertenti anni Settanta, ma anche perché nonostante la Brexit continua a essere un posto unico al mondo”. Un amore evidentemente ricambiato, quello di Raimonda per Londra. L’anno scorso l’Istituto Italiano di Cultura della città, diretto allora da Marco De Logu, le ha dedicato una mostra intitolata ‘Raimonda Gaetani for the English Stage’. La Gaetani è ben nota agli addetti ai lavori del teatro inglese, tanto da essere stata nominata nel 2003 per il Laurence Olivier Award per i migliori costumi. Ultimamente i curatori del Victoria & Albert Museum che le hanno chiesto di donare i suoi disegni e bozzetti teatrali al loro archivio. Un riconoscimento non da poco. Forse anche per questo Raimonda Gaetani a Londra si sente di casa. n13MOSTREMilanoi Preraffaelliti entrano in scena Protagonisti di una rivoluzione artistica che a metà dell’Ottocento liberò la pittura Sopra, “Ofelia” di John britannica dalla formazione accademica e dalla dipendenza dai vecchi maestri, i Everett Millais. La natura, con la fanciulla Preraffaelliti arrivano per la prima volta a Milano nella mostra “Amore e desiderio”; dell’Amleto, è la protagonista fino al 6 ottobre Palazzo Reale, l’esposizione ospiterà 80 capolavori della collezione del bel dipinto. Le fioriture, Tate, offrendo una panoramica di questo movimento culturale il cui il tono fiabesco il rigoglio del verde, il mazzolino di ispirazione dantesca si mescola con le tematiche sociali contemporanee, nella mano, accompagnano Ofelia nel suo ultimo viaggio. inseguendo un nuovo realismo che guardava l’arte italiana prima di Raffaello, colpevole di aver sacrificato la spontaneità in nome di una bellezza troppo idealizzata. Ad aprire la rassegna un prestito d’eccezionale importanza, “Ofelia” di John Everett Millais (1851-52), dove la sfortunata protagonista dell’Amleto è sospesa nel suo sepolcro d’acqua e fiori, che vanno disperdendosi nei flutti; per questo capolavoro Millais scelse la modella Elizabeth Siddal, futura moglie dell’amico Dante Gabriel Rossetti, assurgendola a icona femminile della scuola. Calate nelle vesti di eroine bibliche o protagoniste di leggente medievali come la splendida “Lady of Shalott” di John William Waterhouse (1888), le donne Preraffaellite sono figure complesse e ricche di contraddizioni: sebbene sublimate in creature salvifiche, i loro capelli fiammeggianti e le labbra carnose profondono al tempo stesso un forte potere TESTO DI VALENTINA GRILLI sensuale e una bellezza voluttuosa dai risvolti misteriosi e inquietanti. n15MOSTREQui sotto, “il sogno di dante alla morte di Beatrice” di rossetti e una splendida veduta aerea di “Firenze da Bellosguardo” di BrettMOSTREi preraFFaelliti elaBorarono un Figura Femminile piĂš audace, uscendo cosĂŹ dallo stereotipo culturale vittoriano del tempoLA SELEZIONE DI FRANCESCO BINFARéDivano PACK, Francesco Binfaré, Edramaestri del design e oggetti della memoria Francesco Binfaré, milanese, è uno dei grandi protagonisti del design italiano. Progettista e artista anticonvenzionale, è riuscito a contaminare la cultura del design con la pratica artistica, diventando artefice, prima come art director per Cassina, poi come designer per prestigiosi marchi come Edra e Magis, di progetti visionari e densi di significati simbolici. Come per esempio la poltrona in poliuretano Up, sviluppata per Cassina con Gaetano Pesce, che venduta sottovuoto, si espande all’apertura dell’imballo. La sua selezione è un viaggio attraverso questa ricca esperienza nel mondo del design, a partire da alcuni oggetti, ricordo dell’infanzia, come la radio Phonola disegnata dai fratelli Castiglioni, per arrivare alla serie di divani di successo disegnati negli ultimi anni per Edra, passando per i classici di grandi maestri come Gio Ponti, Alvar Aalto, Le Corbusier e Vico Magistretti. n21LA SELEZIONETavolo AFRICA, Francesco BinfaréDivano STANDARD, Francesco Binfaré, EdraDivano FLAP, Francesco Binfaré, EdraLA SELEZIONESeduta PAIMIO, Alvar Aalto, Artek “La Finlandia è stata un’esperienza affascinante e importante della mia vita. Preferisco di lui questo pezzo, meglio della chaise long.”Laptop AIR BOOK, AppleOrologio PATEK PHILIPPE “Era di mio zio Enzo. È nascosto da qualche parte. Vale un sacco di soldi. Mio zio era procuratore di grida alla Borsa di Milano. A 11 anni davanti a un caminetto dipinto di rosa gli dissi che mi sarebbe piaciuto fare il suo lavoro da grande. Mi rispose che il suo non era un bel mestiere, che lui sentiva che io avevo dentro qualcosa che anche lui amava, che dovevo fare l’architetto. Poi mi chiese cosa ne pensassi della cappa del camino dipinto di rosa, gli risposi che sarebbe stato meglio dipinto di bianco. Era la cappa conica di un camino d’angolo in un grande soggiorno in una villa che stava ultimando e che prendeva a modello una villa di Neutra, da un volume a lui dedicato“.instax.fujifilm.itFujifilmInstaxItaliaInstaxItaliaLA SELEZIONERadio Fono Incisore SAFAR “A casa in corso Magenta 76 c’era. Incisi una canzone. Ero molto piccolo“. Radio PHONOLA, Achille e Pier Giacomo Castiglioni “L’avevo in casa da piccolo. Ce l’aveva regalata mio zio Enzo già appassionato del design“.Macchina fotografica POLAROID (BN) “L’ho usata per gli esperimenti di creatività collettiva. È stata protagonista della sequenza “Le Impronte” e del processo AeO“.Camera HOLOGON ZEISS “Di proprietà di Cesare Cassina. Fu protagonista delle mie fotografie durante il viaggio negli USA del 1972 con Bellini e Mosconi, e durante il viaggio nell’antico Giappone con Toshiyuki Kita del 1973. Alla morte di Cesare Cassina gli eredi me la donarono“.LA SELEZIONESeduta UP5, Gaetano Pesce, B&B ItaliaSeduta 646 “LEGGERA”, Gio Ponti, CassinaTavolo DOGE, Carlo Scarpa, CassinaLA SELEZIONECappella NOTRE-DAME DU HATE, Le CorbusierNEON, Lucio Fontana, La TriennaleLA SELEZIONECaffettiera espresso OSSIDIANA, Mario Trimarchi, Alessi, 2014 “È un progetto complesso, affine. È un regalo di Mario. Sta vicino al mare”.FRIGORIFERO, General Elettric “Primo frigorifero con erogatore cubetti di ghiaccio”.Frusta di bambù CHASEN per Tea Matcha “Un regalo recente, mi ricorda un viaggio nell’affascinante giappone del 1973 con Toshiyuki Kita e Mario Bellini”.LA SELEZIONELampada KALAARI, Vico Magistretti, OLuce, 1985 (Courtesy Oluce) “Lynne l’aveva comperata nei saldi e l’ho tuttora sopra il tavolo in cucina”.LAMPADA MURANO “Stupende trasparenti, luccicanti, diafane. Fantasmi di epoche lussureggianti. Durante i traslochi miei vari si sono rotte tutte salvo questa piccolina cara che mi è rimasta vicino”.Poltrona a cinghie 932, Mario Bellini, CassinaLA SELEZIONESEDIA IN ABETE “Acquistate a Predazzo durante gli anni 80 sono tuttora nella mia casa di Pera di Fassa. Stupenda per semplicità e chiarezza strutturale e artigianale”.Sedie CATILINA, Caccia DominioniPoltrona 650 AEO, Paolo Deganello-Archizoom, Cassina, 1973ARTS&CRAFTSa cura di Alberto CavalliVenetian way: 21 artigiani che creano bellezza Ci sono città e territori che nascondono molto più di quanto non mostrino. Opere FOTO DI SUSANNA POZZOLI d’arte da ricercare lontano dai percorsi più battuti, edifici che racchiudono giardini preziosi, botteghe e atelier dove la materia si trasforma con arte, lontano dagli sguardi indiscreti dei turisti frettolosi. Credo che Venezia sia sicuramente la città Nella pagina a sinistra, in senso che, più di ogni altra, rappresenta questa duplice anima di estrema visibilità e di orario, Bruno Barbon, raffinato intagliatore, un manufatto della trattenuto mistero: nessun luogo è più celebre (e celebrato), e al contempo poche Fonderia Valese, un’mmagine città, come Venezia, sanno salvaguardare i loro segreti, riservandoli solo agli iniziati della Fonderia Orsoni e una o agli appassionati. Scoprire le botteghe artigiane di Venezia è un’avvincente della Bottega di Berta Battiloro. caccia al tesoro che si dipana tra le calli e ponti, dietro portoni apparentemente Tutte le foto sono di Susanna Pozzoli presentate nella mostra anonimi o in palazzi dalla storia affascinante: un percorso che la fotografa e artista “Venetian Way”. Susanna Pozzoli ha compiuto qualche tempo fa per produrre la straordinaria mostra “Venetian Way”, allestita presso il Chiostro dei Cipressi della Fondazione Giorgio Cini in occasione della prima edizione della mostra “Homo Faber: Crafting a more human future”. Lungo i corsi d’acqua di Venezia e del territorio circostante, intimamente inseriti nel tessuto delle comunità locali, numerosi artigiani praticano infatti il proprio mestiere in un’ampia varietà di campi. Munita di una vecchia macchina fotografica, numerose pellicole e tanto tempo, Susanna Pozzoli ha dunque colto l’invito di Homo Faber di riportare alla luce quel mondo nascosto, inserendosi nel ritmo del lavoro di 21 laboratori artigiani, molti dei quali si trovano proprio a Venezia. La serie di immagini che hanno composto la mostra Venetian Way sono come degli attimi sospesi – frammenti di vita catturati nell’intensa attività delle botteghe. L’osservatore sta in mezzo: in mezzo a braccia che si protendono e che si ritirano, in mezzo a mani che stendono l’inchiostro, che sollevano, posizionano, piegano. Venetian Way è l’esperienza di un istante fugace. È un invito a entrare in questi luoghi colmi di ricchezze per lasciare correre l’immaginazione, ed è uno sguardo privato e al contempo universale. Parla di bellezza. Susanna Pozzoli, grazie alla guida della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, ha raccontato con poesia la vita e il lavoro di botteghe tutte da scoprire. L’eccezionale realtà delle tessiture Bevilacqua, per esempio, dove ancora vengono creati preziosi tessuti su telai del XVIII secolo. O la Fonderia Valese, unica ancora attiva a Venezia, punto di riferimento per architetti e designer e vera fucina (in tutti i sensi) di idee, progetti, sogni. O la Fornace Orsoni, gestita da Riccardo Bisazza: anch’essa un unicum nel panorama urbano della città. Qui nascono i magnifici mosaici vitrei, frutto del lavoro sapiente di artigiani che creano colori straordinari. O ancora la bottega di Berta Battiloro, dove la famiglia Menegazzo porta avanti un mestiere antico. Il Maestro Bruno Barbon è uno degli intagliatori più raffinati: i suoi celebri moretti sono sculture di rara poesia, e la sua bottega è pervasa da una sommessa attività che racconta l’origine stessa della bellezza. Giampaolo Fallani e la sua serigrafia sono un punto di riferimento per gli artisti più importanti della scena contemporanea. Storie tanto più belle, proprio perché tanto più vere: che l’obiettivo di Susanna Pozzoli ha saputo catturare. n39AL MAREUN LUOGO DEL CUORETESTO DI MARGHERITA DALLAI / FOTO DI FRANCO CAPODILUPOIl restauro dI questa bella dImora a PosItano sI IsPIra alla tradIzIone e sI aVVale della maestrIa dI artIgIanI localI41U AL MAREUna vista mozzafiato che abbraccia il Golfo di Salerno e si allunga su un mare color zaffiro con dirimpetto l’isola di Li Galli e Nerano sullo sfondo. La costiera amalfitana ha uno charme unico che ha fatto innamorare, nel tempo, artisti e aristocratici di tutto il mondo. E continua ancora adesso a esercitare il suo fascino. Per Fausta e Raimonda Gaetani dell’Aquila d’Aragona Positano è un luogo del cuore e della memoria. La Torre del 1200 costruita per difendere il territorio dalle scorrerie saracene, con le case dei contadini e i terreni contigui a strapiombo sul mare, furono acquistate dal loro nonno inglese agli inizi del secolo scor
Similar documents
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks