L INDUSTRIA DEI FARMACI EQUIVALENTI IN ITALIA: NUMERI, DIMENSIONI E PROSPETTIVE DI SVILUPPO

22 pages
8 views
of 22
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Description
L INDUSTRIA DEI FARMACI EQUIVALENTI IN ITALIA: NUMERI, DIMENSIONI E PROSPETTIVE DI SVILUPPO MIPHARM, Milano, 21 novembre 2016 ASSOGENERICI è l organo ufficiale di rappresentanza delle industria dei farmaci
Transcript
L INDUSTRIA DEI FARMACI EQUIVALENTI IN ITALIA: NUMERI, DIMENSIONI E PROSPETTIVE DI SVILUPPO MIPHARM, Milano, 21 novembre 2016 ASSOGENERICI è l organo ufficiale di rappresentanza delle industria dei farmaci generici e biosimilari in Italia, in prima linea nella fornitura di medicinali a prezzi accessibili di alta qualità a milioni di cittadini e a stimolare la competitività e l'innovazione nel settore farmaceutico. 33% è di origine UE Capitale investito il 39% del capitale investito è «MADE IN ITALY» Formata nel 1993 ASSOGENERICI rappresenta circa 60 aziende che forniscono farmaci fondamentali per la pratica clinica quotidiana, generando oltre posti di lavoro in Italia. Il contributo al SSN Assogenerici svolge un ruolo consultivo importante nella politica sanitaria italiana. I suoi membri lavorano con il governo e le istituzioni dell'ue al fine di sviluppare soluzioni a prezzi accessibili per l'assistenza farmaceutica e per aumentare la forza competitiva dell Italia nel mercato farmaceutico globale L industria cresce ma gli ostacoli produttivi e burocratici ne frenano il potenziale Dal 2000 ad oggi, senza farmaci equivalenti e biosimilari, la spesa sarebbe annualmente di 4 miliardi più alta In 20 anni di cammino il numero di farmaci generici immessi in commercio è aumentato esponenzialmente, garantendo maggior accesso alla terapie, risparmi e concorrenza. 1,10% 2,50% 0,70% 1,40% 3,40% 1,80% 4,10% 2,10% 5,90% 3,10% 6,90% 3,50% 8,50% 4,80% 10,50% 9,83% 12,41% 13,99% 16,46% 5,70% 5,48% 6,19% 6,98% 18,18% 19,07% 19,86% 9,64% 10,35% 8,41% 10,88% QM % N AIC Elaborazione: Centro Studi Assogenerici su dati Farmadati Italia / Fonte: Rielaborazioni Centro Studi Assogenerici, su dati IMS Health MAT 12/2015 Sell In Unità Valori (MAT= Anno Mobile) tutte le classi A Novembre 2014, per dare rappresentanza ad un settore in forte espansione e con proprie specificità, è stato creato il Gruppo Italiano Biosimilari (Italian Biosimilars Group) importante base manifatturiera europea 3 su 4 medicinali equivalenti sono prodotti in Europa posti di lavoro in ricerca e sviluppo, produzione e vendita 35 Mld /anno i risparmi generati da equivalenti e biosimilari in UE I medicinali equivalenti rappresentano il 54% a volumi e il 21% a valori Importanti investimenti in ricerca e sviluppo nei farmaci biosimilari, nel respiratorio, sistema nervoso centrale * IGES study - **Prime Therapeutics & University of Minnesota College of Pharmacy, poster presented at AMCP San Diego April Manufacturing/R&D for generic medicines Manufacturing/R&D for generic and biosimilar medicines QUALITA Aderente a Negli ultimi anni l evoluzione tecnologica e gli «ostacoli» di natura burocratica - regolatoria hanno creato una modifica nelle strutture operative delle aziende. Si assiste ad una crescita sempre più spiccata del personale Addetto in Qualità. 24% PRODUTTORI API 76% NUMERO PRODUTTORI UE NUMERO PRODUTTORI EXTRA UE Già nel 2005 il Comparto Industriale Farmaceutico presente in Assogenerici vantava una forte incidenza degli «addetti alla qualità» sul totale dipendenti (33%). Il comparto industriale degli equivalenti si fornisce prevalentemente di API europei Tale impatto è cresciuto ancor più raggiungendo in alcune realtà industriali medio - piccole punte del 47% Il settore nell industria farmaceutica italiana Oggi, secondo gli ultimi dati IMS ben cinque aziende sono presenti tra le prime dieci del mercato declinato in termini di unità Fonte: Rielaborazioni Centro Studi Assogenerici, su dati IMS Health MAT 12/2015 Valore aggiunto delle imprese (2010=100) Anni Ammortamenti materiali e immateriali (2010=100) Anni In termini relativi, la capacità delle imprese di farmaci generici di produrre valore economico aggiunto, occupazione e investimenti risulta essere superiore a quello delle altre aziende farmaceutiche. Il trend tuttavia sta dando segnali di cambiamento Fonte:Rapporto Nomisma 2016: IL SISTEMA DEI FARMACI GENERICI IN ITALIA: SPESA OSPEDALIERA, EFFETTI DELLE GARE E SOSTENIBILITÀ Progressiva integrazione tra comparti industriali Centrale il ruolo della produzione locale per conto terzi in questo settore e diversi i casi di riconversione di storici mpianti produttivi a cui si è assistito in questi anni FAVORIRE LA CONOSCENZA DEL COMPARTO INDUSTRIALE CHE RUOTA ATTORNO AGLI EQUIVALENTI SFRUTTARE TUTTE LE OPPORTUNITA PRODUTTIVE OFFERTA DAI FARMACI EQUIVALENTI SUPERARE LE DIFFIDENZE ANCORA ESISTENTI FRA I CITTADINI E GLI OPERATORI SANITARI La produzione farmaceutica in Italia L'Europa è prima ( 210 miliardi di ) superando gli Stati Uniti (143 miliardi di ) e Giappone (68 miliardi di ) per la capacità di produzione nel settore farmaceutico. Per la produzione farmaceutica, la Svizzera è al primo posto in Europa (17%), seguita dalla Germania (13,7%) e in Italia (12,2%). Il principale cosiddetto moltiplicatore di spesa è sicuramente in Italia: per ogni euro speso per la produzione farmaceutica, si generano 2,09 euro distribuiti su tutti i settori dell'economia nazionale. L'industria farmaceutica italiana è in gran parte composta da piccole e medie imprese, rappresentano il 45,8% del totale delle imprese, che impiegano oltre il 30% dell'intero settore. (Fonte: Istat-Eurostat) COMPETITIVITÀ CON I PAESI NON-UE Come l Italia può riconquistare competitività nella produzione farmaceutica? Quali opportunità dopo la scadenza brevettuale? La regolamentazione brevettuale ha spesso imposto agli imprenditori di andare a sviluppare e produrre I farmaci fuori dal mercato europeo al fine di rimanere competitivi la maggior parte degli sviluppatori/produttori di farmaci nei paesi extra UE ha imposto accordi di esclusiva per la produzione che superano la scadenza brevettuale quando il brevetto è scaduto il bias regolatorio ha costretto le multinazionali a mantenere la produzione al di fuori dell'ue rendendo l'india e la Cina un hub centrale per la produzione farmaceutica scadenze brevettuali dei prossimi 5 anni: antineoplastici inibitori della proteasi e degli immunosoppressori per un valore complessivo di spesa pari a 2 mld Export Exeption Aderente a Creazione di posti di lavoro e sviluppo della produzione industriale in Italia L'Italia ha una lunga storia di produzione industriale in ambito farmaceutico ed una vasta esperienza di produzione dei farmaci generici Export Exeption: consentirebbe la produzione di farmaci in vigenza dell SPC per esportare in paesi in cui il brevetto o SPC è già scaduto rafforza la competitività dell'industria farmaceutica italiana creando nuova occupazione riduce il bias regolatorio con i paesi concorrenti, ristabilendo una concorrenza leale L'industria italiana rischia di non capitalizzare l opportunità industriale offerta dai farmaci generici: una proroga del brevetto paragonabile all SPC europeo non esiste in altri paesi nostri concorrenti (ad esempio India, Cina, Argentina, Brasile etc.) In altri paesi, come il Canada, esiste una deroga all esportazione I nostri diretti competitor, gli USA, hanno protezioni brevettuali in media più brevi per la rapidità di arrivo sul mercato di prodotti nuovi Attuale valore della produzione industriale in Mld. di UE ITALIA 210 (60) 26 (17) (Export) FAVORIRE LA CONOSCENZA DEL COMPARTO INDUSTRIALE CHE RUOTA ATTORNO AGLI EQUIVALENTI SFRUTTARE TUTTE LE OPPORTUNITA PRODUTTIVE OFFERTA DAI FARMACI EQUIVALENTI SUPERARE LE DIFFIDENZE ANCORA ESISTENTI FRA I CITTADINI E GLI OPERATORI SANITARI QUALI OSTACOLI PER SUPERARE LE DIFFIDENZE? Una recente indagine condotta da Nomisma ha mostrato come fra gli operatori sanitari e soprattutto tra i pazienti esiste ancora una % non trascurabile di popolazione che esprime una diffidenza verso i farmaci equivalenti: Oltre il 45% dei pazienti intervistati e che non usano farmaci equivalenti, afferma di non avere fiducia per lo stesso motivo: non conoscono chi li produce La prima causa che gli operatori sanitari citano nell indagine come ostacolo alla diffusione dei farmaci equivalenti è la scarsa conoscenza del comparto industriale che li produce esprime una diffidenza verso i farmaci equivalenti: Uno sguardo ai fruitori e agli interlocutori: uno scenario profondamente mutato Occorre considerare che, allo stato attuale, c è una consapevolezza in tema di salute mai vista in passato. I cittadini si presentano agli operatori sanitari molto più informati di prima e non senza spirito critico. Una delle ultime indagini di Google ha evidenziato che oltre 20 milioni di italiani l anno cercano online approfondimenti su farmaci e specifiche patologie e che la rete rappresenta un punto di riferimento in tema di salute, che si colloca subito dopo il medico e il farmacista. In questo quadro, è chiaro che possa svilupparsi un problema di qualità dell informazione: è vero che ora il paziente riesce ad avere un bagaglio di conoscenze elevato tanto che nel dialogo con il curante necessita di un confronto più intenso, ma non sempre è dotato degli strumenti per discernere tra fonti attendibili o meno. la barriera all uso per i pazienti ed il bisogno comunicativo Solitudine Psicologica: I pazienti si trovano a scegliere da soli Difficoltà nel cercare o trovare Informazioni Affidabili : _ Informazioni frammentate con la presenza di Leggende Metropolitane sulla scarsa qualità dei farmaci generici. _ Problema di affidabilità Contenuti e Canali _ Operatori Sanitari poco informati Troppo spesso è mancata la percezione del BISOGNO di comunicazione a loro diretta su questo tema La Fiducia: il Fattore Critico di Successo La Fiducia e un concetto cardine tra: Chi ha il Bisogno di Salute (Paziente) chi ha le conoscenze per Interpretare tale Bisogno e dare Risposte (Operatore Sanitario) Esemplificando il vissuto del paziente: da chi accettereste un bicchiere d acqua? dal mondo della produzione ai pazienti: un percorso di conoscenza Maggiore informazione e conoscenza può significare maggiore fiducia Operatori Sanitari Istituzioni Pazienti Comparto Industriale PAZIENTI QUALITÀ SOSTENIBILITÀ VALORI COLLABORAZIONE
Related Search
Similar documents
View more...
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks