Programma n. 10: Per la riqualificazione urbana

24 pages
79 views
of 24
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Description
1. 161 PROGRAMMA N. 10: PER LA RIQUALIFICAZIONE URBANA 2. 162 3. 163 PROGETTO 10.1: GESTIONE DEL NUOVO PRGC OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1:…
Transcript
  • 1. 161 PROGRAMMA N. 10: PER LA RIQUALIFICAZIONE URBANA
  • 2. 162
  • 3. 163 PROGETTO 10.1: GESTIONE DEL NUOVO PRGC OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Monitoraggio del nuovo PRGC Descrizione: L’approvazione del nuovo PRGC, avvenuta nel dicembre 2012 con decreto regionale di conferma dell’esecutività degli atti progettuali, e la successiva entrata in vigore nel gennaio 2013, consentono ora all’Amministrazione comunale di disporre di uno strumento aggiornato, articolato nei due distinti livelli di pianificazione (operativo e strutturale), contenente ipotesi e proposte di valorizzazione e ricucitura urbanistica della città, nonché di recupero e rinnovamento del tessuto edilizio esistente. Ora il documento costituisce riferimento e indirizzo per gli interventi soprattutto privati di recupero e valorizzazione di quelle parti della città ritenute importanti per ricucire il tessuto insediativo e relazionale. Anche alla luce di temi e segnalazione emerse in sede di esame delle osservazioni, lo strumento potrà essere oggetto di ulteriori approfondimenti e verifiche, supportate anche dall’attività di monitoraggio che caratterizza il percorso di Valutazione ambientale strategica del PRGC stesso. Nel corso del 2013 e del 2014 sono stati comunque avviati degli studi e lavori di carattere edilizio ed urbanistico, da un lato legati all’aggiornamento dell’elenco e delle schede descrittive e alla valutazione delle modalità di interventi di ristrutturazione edilizia, ampliamento e nuova costruzione sul patrimonio delle architetture di pregio e nelle aree pertinenziali, dall’altra alla valutazione di eventuali aggiornamenti e integrazioni, conseguenti alle attività gestionali o ad adempimenti di legge. Il progetto del nuovo PRGC comprende inoltre una importante fase di monitoraggio (VAS) degli effetti delle scelte con lo stesso operate, monitoraggio attualmente in corso. Il nuovo strumento urbanistico consente inoltre l’avvio di altre attività pianificatorie, sostanzialmente legate al PRGC, ma che per i temi trattati possono assumere valenze e caratteri progettuali autonomi; al riguardo si darà continuità, in sinergia con i Comuni contermini, ai contatti fin qui sviluppati per l’analisi, l’aggiornamento e la revisione prioritariamente dell’ambito del Parco del Torre e del Parco del Cormor, tenendo conto e sfruttando le opportunità date anche dal percorso progettuale attivato dalla Regione Autonoma FVG per la redazione del Piano regionale paesaggistico. Inoltre si completerà la rivisitazione delle schede e relativa cartografia architettura del 900 e zone B0 cui seguirà la relativa fase di adozione, diffusione mediante esposizione casa città e definitiva approvazione.
  • 4. 164 Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Adozione progetto variante urbanistica per edifici del ‘900 ON 2015 Linee guida o direttive progetto Piano del Parco Comunale del Torre ON 2015 Approvazione variante al PRGC per edifici del '900 ON 2015 Adozione progetto urbanistico Parco del Torre ON 2017 Definizione accordi e aspetti progettuali di revisione parco del Cormor con comuni contermini ON 2017 Adozione progetto urbanistico Parco del Cormor ON 2017 Approvazione progetto urbanistico Parco del Torre ON 2017 Approvazione progetto urbanistico Parco del Cormor ON 2017 Motivazione delle scelte: Si tratta di proseguire per l’attivazione di quei progetti indicati dal nuovo PRGC come strumenti indispensabili e complementari a dare completezza al quadro urbanistico del territorio comunale, tendendo al rafforzamento delle relazioni stabilite con le amministrazioni contermini nelle varie esperienze progettuali con queste svolte. Attività da svolgere nel 2015: Esame del nuovo PAIR per le aree del Torrente Cormor, con presentazione di eventuali osservazioni sulle attrezzature pubbliche e previsioni urbanistiche di PRGC. Variante al PRGC di recepimento delle indicazioni contenute nel PAI per il torrente Torre e nel PAIR per il Cormor. Predisposizione linee guida/direttive per il progetto del Piano del Parco Comunale del Torre. Variante al PRGC per edifici del '900: - adozione progetto variante urbanistica; - mostra tematica negli spazi di Palazzo Morpurgo per illustrazione contenuti variante; - approvazione variante. Attività da svolgere nel 2016: Revisione Parco del Torre:
  • 5. 165 - redazione di proposta di attivazione "dell'Accordo per lo svolgimento di attività finalizzate all'elaborazione del PTR regionale" con la Regione; Revisione Parco del Cormor: - attività di analisi dei sistemi del Parco; - verifica della perimetrazione; - redazione di tavole sovracomunali per proposta condivisione ai Comuni contermini; - elaborazione proposta comunale con obiettivi, strategie e azioni. Attività da svolgere nel 2017: Adozione e approvazione progetto urbanistico Parco del Torre. Proposta di attivazione "dell'Accordo per lo svolgimento di attività finalizzate all'elaborazione del PTR regionale" con la Regione; Adozione e approvazione progetto urbanistico Parco del Cormor.
  • 6. 166 PROGETTO 10.2: RECUPERO FUNZIONALE AREE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Recupero ex Caserme Descrizione: Recupero ex Caserma Osoppo: Completamento del recupero del complesso creando spazi per l’aggregazione sociale e per le associazioni e individuazione, tramite bando, di soggetti privati e/o pubblici interessati al recupero edilizio e funzionale del compendio sulla base delle indicazioni dettate dal piano elaborato dall’Amministrazione Recupero area ex Caserma Piave: ampliamento secondo polo sanitario: definizione del progetto di recupero in funzione delle nuove linee guida dettate dalla Giunta. Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Assegnazione delle sedi presso ex Palazzina Comando ON 2015 Approvazione e pubblicazione del bando per le presentazioni di proposte per il recupero della ex Caserma Osoppo ON 2015 Motivazione delle scelte: Limitare il consumo di suolo favorendo il riutilizzo ed il recupero di aree ed immobili dimesse o abbandonate Attività da svolgere nel 2015: Assegnazione sedi presso l’Ex Palazzina Comando Recupero ex Caserma Osoppo: 1) Approvazione e pubblicazione del bando per la presentazione di proposte per il recupero della ex Caserma Osoppo. 2) Valutazione dei progetti presentati con verifica della compatibilità funzionale ed edilizia. 3) Predisposizione del documento informativo per la Giunta.
  • 7. 167 Titolo obiettivo 2: Riduzione degli affitti passivi a carico dell’amministrazione. Descrizione: Trovare soluzioni che consentano di ridurre gli affitti passivi a carico dell’amministrazione Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Indagine di mercato ON 2015 Motivazione delle scelte: nell’ottica di riduzione delle spese si cercherà di abbattere il costo degli affitti valorizzando eventualmente edifici non agibili di proprietà comunale Attività da svolgere nel 2015: Avviare un’indagine di mercato tesa a verificare la disponibilità sul territorio comunale, nelle prossimità del centro, di immobili idonei a trasferire gli Uffici comunali secondo termini e condizioni da definirsi e comunque con procedura di evidenza pubblica, fermo restando la necessità di garantire un complessivo risparmio degli oneri di locazione e gestionali. Titolo obiettivo 3: Recupero Area ex-Macello Descrizione: Recupero Ex Frigorifero e Area ex-Macello compatibilmente con le disponibilità finanziarie Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Messa esercizio I° lotto ex Macello ON 2015 Progettazione lotto II° dell’ex Macello ON 2015 Inizio lavori II° lotto ON 2016 Conclusione lavori II° lotto ON 2017
  • 8. 168 Motivazione delle scelte: Limitare il consumo di suolo favorendo il riutilizzo ed il recupero di aree ed immobili dimesse o abbandonate Attività da svolgere nel 2015: Completamento lavori I° lotto Ex Macello e messa in esercizio Aggiornamento della progettazione del complesso edilizio Ex Macello II° lotto e progettazione del restauro e riuso Palazzina di ingresso del complesso architettonico ex Macello e realizzazione parcheggio - alla luce della nuova destinazione d'uso individuata, con individuazione, nell’ambito della progettazione di criteri di sostenibilità ed efficienza energetica innovativi, anche ai fini di sviluppo di progetti europei eventualmente finanziati. Attività da svolgere nel 2016: Avvio lavori II° lotto Ex Macello Attività da svolgere nel 2017: Conclusione lavori II° lotto Ex Macello
  • 9. 169 PROGETTO 10.3: PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Stadio Friuli Descrizione: Ristrutturazione Stadio Friuli da parte di Udinese S.p.A.: controllo della rendicontazione e adempimenti di contratto Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Controlli rispetto convenzione ON 2015 Controlli rispetto convenzione ON 2016 Rendicontazione: verifica ON 2016 Motivazione delle scelte: Riqualificare gli impianti sportivi maggiori Attività da svolgere nel 2015: Si prevede la conclusione del lavoro di ristrutturazione rispetto al quale verrà svolta l’attività prevista dal contratto con particolare riguardo ai controlli del rispetto del contratto da parte della società concessionaria. Attività da svolgere nel 2016: Verrà svolta l’attività prevista dal contratto con particolare riguardo ai controlli del rispetto del contratto da parte della società concessionaria Attività di rendicontazione legata agli adempimenti contrattuali Titolo obiettivo 2: Alienazione beni comunali Descrizione: Alienazione beni comunali: proposta di vendita di alcuni immobili di proprietà comunale, in particolare alcuni appartamenti potranno essere alienati ai locatari nel 2015.
  • 10. 170 Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Individuazione beni da alienare ON 2015 Alienazione beni individuati ON 2015 Individuazione beni da alienare ON 2016 Alienazione beni individuati ON 2016 Motivazione delle scelte: Alienazione beni immobili non necessari ai fini istituzionali riducendo nel contempo i costi di gestione connessi Attività da svolgere nel 2015: Puntuale individuazione del blocco di beni da alienare nell’anno in corso. Determinazione del valore di ogni singolo bene con perizia di stima. Individuazione della modalità di cessione. Eventuale pubblicità. Attività da svolgere nel 2016: Puntuale individuazione del blocco di beni da alienare nell’anno in corso. Determinazione del valore di ogni singolo bene con perizia di stima. Individuazione della modalità di cessione. Eventuale pubblicità.
  • 11. 171 PROGETTO 10.4: COMPLETAMENTO ZONE VERDI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016 Titolo obiettivo 1: Parco del Cormor Descrizione: Realizzare interventi di recupero e salvaguardia del Parco del Cormor; manutenzione sistema percorsi e viabilità, manutenzione straordinaria edifici e strutture, ripristino argini danneggiati dagli eventi atmosferici e dalle esondazioni del torrente avvenute nell’autunno 2014. Valorizzazione ingresso sud (zona viale Venezia) con installazione di segnaletica. Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Progettazione interventi manutenzione Parco zona nord ON 2015 Installazione segnaletica ingresso Parco zona sud ON 2015 Motivazione delle scelte: Valorizzazione dell’ambiente “verde”, ampliamento delle aree verdi fruibili, miglioramento della rete dei percorsi nei parchi. Attività da svolgere nel 2015: Progettazione relativa all’opera di completamento del Parco Cormor (opera 6038). Manutenzione finalizzata alla valorizzazione ambientale. Installazione segnaletica ingresso Parco zona sud.
  • 12. 172 Titolo obiettivo 2: Orti Urbani Descrizione: Incremento orti urbani per la coltivazione di ortaggi e fiori a scopi didattici, terapeutici o di sostentamento quale luogo di aggregazione nei quartieri, valutando anche se è possibile inserirli all’interno dei Piani particolareggiati a livello di opere di urbanizzazione. Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Proposte di incremento orti urbani >1 2015 N. aree per nuovi orti urbani da assegnare >1 2016 Proposte di incremento orti urbani >1 2016 N. aree per nuovi orti urbani da assegnare >1 2017 Motivazione delle scelte: Utilizzare spazi verdi per promuovere iniziative volte alla sostenibilità ed al miglioramento dell’ambiente urbano e della qualità della vita, integrando varie discipline. Attività da svolgere nel 2015: Proposte di incremento di orti urbani inserendoli eventualmente in Piani particolareggiati. Attività da svolgere nel 2016: Proposte di incremento di orti urbani inserendoli eventualmente in Piani particolareggiati. Attività da svolgere nel 2017: Proposte di incremento di orti urbani inserendoli eventualmente in Piani particolareggiati.
  • 13. 173 PROGETTO 10.5: POTENZIAMENTO E RIQUALIFICAZIONE IMPIANTI SPORTIVI MINORI E SCOLASTICI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Potenziamento e riqualificazione impianti sportivi minori e scolastici Descrizione: Potenziamento e riqualificazione impianti sportivi minori e impianti scolastici. Manutenzione straordinaria impianti scolastici. Attuazione di opere pubbliche per l’ottenimento dell’agibilità, l’adeguamento normativo e la funzionalità degli impianti sportivi minori. Gli interventi riguarderanno: impianto di via Pradamano e via Barcis. Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Ultimazione lavori impianto sportivo via Barcis. ON 2015 Lavori impianto sportivo via Pradamano ON 2015 Chiusura lavori impianto sportivo via Pradamano ed agibilità ON 2016 Motivazione delle scelte: L’adeguamento alle norme, il mantenimento del patrimonio comunale e il miglioramento funzionale sono i punti fondamentali che reggono gli investimenti sugli impianti sportivi minori e scolastici. Attività da svolgere nel 2015: Impianto sportivo di via Pradamano: Inizio lavori Impianto sportivo di via Barcis Ultimazione e collaudo lavori manutenzione straordinaria ed agibilità. Attività da svolgere nel 2016: Impianto sportivo di via Pradamano: Conclusione dei lavori ed agibilità impianto
  • 14. 174 PROGETTO 10.6: RIQUALIFICAZIONE INFRASTRUTTURE FERROVIARIE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Riqualificazione infrastrutture ferroviarie Descrizione: Uno dei temi rilevanti della pianificazione territoriale è rappresentato dalla presenza delle infrastrutture ferroviarie e dalla correlata necessità di conoscere e analizzare congiuntamente agli altri enti le azioni e le politiche di utilizzo e valorizzazione delle reti esistenti e di programmazione di possibili nuove opere. Le attività di competenza del Comune hanno portato a definire le scelte localizzative approvate con il nuovo PRGC (in particolare l’ampliamento nella zona sud, dell’ambito industriale della Zona Industriale Udinese per la localizzazione di uno scalo ferroviario a supporto dell’ambito stesso), finalizzate a migliorare le potenzialità della ZIU e a costituire un’area importante per la rilocalizzazione delle funzioni attualmente svolte dagli scali ferroviari attualmente presenti nel tessuto urbano. Ciò consentirebbe di poter recuperare le ampie aree centrali attualmente adibite a scali ferroviari ad altri usi e funzioni insediative, ricucendo e valorizzando le aree stesse e il contesto circostante. Il tema va comunque inquadrato in uno scenario più complesso in cui gli attori principali sono la Regione FVG, la Società RFI (con le sue varie articolazioni settoriali: merci, passeggeri, ecc.) e il Consorzio ZIU, all’interno del quale il ruolo di pianificazione e programmazione del Comune deve essere necessariamente rafforzato. Le attività quindi che dovranno essere sviluppate riguardano la partecipazione attiva del Comune ai tavoli di valutazione e approfondimento, da coordinarsi con la Regione FVG e le Ferrovie dello Stato, sia per il tema della riduzione degli attraversamenti ferroviari cittadini (in particolare la deviazione del traffico merci dalla tratta Stazione Udine Parco – Scalo Vat a quella interrata esterna) sia per la futura dismissione degli scali urbani con conseguente recupero e riqualificazione urbana degli stessi. Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Partecipazione ai tavoli tecnici di approfondimento e confronto con Regione FVG e Società RFI per definizione indirizzi per la individuazione delle aree ferroviarie dismissibili ON 2015 Partecipazione ai tavoli tecnici di approfondimento e confronto con Regione FVG e Società RFI per la definizione dei piani di recupero e riqualificazione delle ON 2016
  • 15. 175 Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo aree ferroviarie dismissibili Motivazione delle scelte: Necessità di svolgere il proprio ruolo di pianificazione e programmazione, nei limiti delle competenze, delle scelte operate sul proprio territorio comunale perseguendo una complessiva razionalizzazione delle infrastrutture ferroviarie che tenga conto delle funzioni e delle caratteristiche insediative e produttive, per un miglioramento della organizzazione della città e conseguentemente della sua vivibilità. Attività da svolgere nel 2015: Partecipazione ai tavoli tecnici di confronto con Regione FVG e Società RFI per la definizione degli indirizzi per la possibile dismissione di alcune aree ferroviarie degli scali cittadini. Attività da svolgere nel 2016: Partecipazione ai tavoli di confronto con Regione FVG e Società RFI per la definizione dei piani di recupero e di riqualificazione delle aree ferroviarie dismissibili.
  • 16. 176 PROGETTO 10.7: ZONIZZAZIONE ACUSTICA OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016 Titolo obiettivo 1: Piano Comunale di Classificazione Acustica (PCCA) Descrizione: Con deliberazione di Giunta 05.03.2009, n° 463, la Regione ha definito criteri e linee guida in base ai quali i comuni, tenendo conto delle preesistenti destinazioni d’uso del territorio, ed individuando le aree destinate a spettacolo provvedono alla redazione del Piano Comunale di Classificazione Acustica (PCCA) che suddivide il territorio comunale nelle zone previste dal DPCM 14.11.1997. Si vuole approvare il Piano Comunale di Classificazione Acustica (PCCA) definendo per ogni zona sia gli obiettivi di qualità sia i limiti acustici cui riferirsi per attività economiche e infrastrutture di trasporto. In considerazione della interdisciplinarietà del progetto, le attività saranno oggetto di sinergica collaborazione con altre strutture comunali, poste le necessarie attività di raccordo con il PRGC. Nel corso del 2013, il Servizio Pianificazione Territoriale incaricato della redazione del progetto ha avviato le attività interne di progettazione e indetto la gara per la campagna di rilevazione acustica; a conclusione di tale procedura di gara, la Ditta incaricata ha effettuato i rilievi a partire dal mese di aprile 2014; i risultati dei rilievi sono funzionali agli approfondimenti tematici necessari all’elaborazione conclusiva del progetto. Indicatori: Descrizione Valore obiettivo (target) Anno di riferimento valore obiettivo Adozione PCCA ON 2015 Approvazione Regolamento Acustico attività pubblici esercizi ON 2015 Approvazione PCCA ON 2016 Monitoraggio PCCA ON 2017 Motivazione delle scelte: La finalità è quella di dotarsi di uno piano settoriale funzionale all’organizzazione insediativa della città e del sul livello di vivibilità, mediante la conoscenza del clima acustico del territorio comunale e delle relative criticità, con la conseguente individuazione di possibili ulteriori strumenti di gestione at
  • Related Search
    We Need Your Support
    Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

    Thanks to everyone for your continued support.

    No, Thanks