Rassegna del 02/06/ PDF

22 pages
0 views
of 22
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Description
Rassegna del 02/06/2017 INDICE RASSEGNA STAMPA Rassegna del 02/06/2017 SI PARLA DI NOI Gazzetta Mantova 02/06/17 P. 14 Tea, cantieri per fogne e gas Via ai lavori lunedì e martedì 1 Gazzetta Mantova 02/06/17
Transcript
Rassegna del 02/06/2017 INDICE RASSEGNA STAMPA Rassegna del 02/06/2017 SI PARLA DI NOI Gazzetta Mantova 02/06/17 P. 14 Tea, cantieri per fogne e gas Via ai lavori lunedì e martedì 1 Gazzetta Mantova 02/06/17 P. 45 Pungolo MSS ai candidati «Più attenzione all'aria» 2 RIFIUTI La Voce Di Mantova 02/06/17 P. 29 La piazzola ecologica chiude e le polemiche si... aprono 3 La Voce Di Mantova 02/06/17 P. 3 Rifiuti, si dovrebbe pagare a persona 4 POLITICA LOCALE La Voce Di Mantova 02/06/17 P. 24 Amianto a Villa Garibaldi L'opposizione incalza il sindaco Matteo Vincenzi 5 La Voce Di Mantova 02/06/17 P. 28 Post-sisma: il Governo approva tre nuovi ordini del giorno Nicola Antonietti 6 SEGNALAZIONI Resto Del Carlino Modena 02/06/17 P. 11 Aima, raccolte 2866 firme: il referendum si farà Silvia Saracino 8 Gazzetta Mantova 02/06/17 P. 18 Stop all'impianto Fossil free L'ex sindaco: «Tutto regolare» 9 La Voce Di Mantova 02/06/17 P. 25 Concorso di idee per la ciminiera Bando pronto entro l'estate Giovanni Bernardi 10 COMPETITORS Brescia Oggi 02/06/17 P. 9 A2A Smart City acquisisce Patavina Technologies 11 Brescia Oggi 02/06/17 P. 9 Con 200 led A2A accende di luci il Vittoriale Sergio Zanca 12 ACQUA: SCENARIO Mf 02/06/17 P. 16 Con 200 min Bei finanzierà utility attive nell'acqua Claudia Cervini 14 RIFIUTI: SCENARIO Italia Oggi 02/06/17 P. 8 Nuovo record: il fisco al 72% Carlo Valentini 15 ENERGIA: SCENARIO Giornale Di Brescia 02/06/17 P. 33 La bresciana Vivigas incorpora Aemme Linea 17 Mf 02/06/17 P. 16 Manzoni alla guida di Ternienergia Valerio Testi 18 Sole 24 Ore 02/06/17 P. 4 Gli Usa escono dall'accordo sul clima Marco Valsania 19 Sole 24 Ore 02/06/17 P. 21 Geopower, chiuso il rifinanziamento 20 Indice Rassegna Stampa Pagina I 7.. cantieri* per fogne e gas lavori* lunedì e martedì Tea Acque comunica che da lunedì prossimo 5 giugno a venerdì 9 giugno è prevista la manutenzione della rete fognaria di via Montanari. L'intervento comporterà la chiusura al traffico da via Cairoli, ad eccezione di chi deve accedere al parcheggio del Seminario. Le modifiche alla viabilità saranno in vigore nelle ore diurne. Dopo le 18 la viabilità sarà ripristinata. Nei prossimi giorni saranno distribuiti volantini ai residenti con le modifiche. Da martedì 6 giugno il can - tiere di Sei per il rifacimento della rete gas aperto in zona piazza Canossa interesserà via Leon d'oro. I lavori termineranno il 22 dicembre. Si parla di noi Pagina 1 Pompone sco i n Movi mento ruff I i: «Cosa tr fare se i so l d i non ci sono?» E alla licc «Non teme un conflitto d i i nte ressi con il su o ru o l o i n Tea?»! POMPONESCO Le elezioni amministrative si avvicinano e Pomponesco in Movimento (vicino a M5S) interroga i candidati sindaci Pino Baruffaldi e SilviaAngelicchio. «Non concorreremo alle elezioni - spiega il gruppo di lavoro - ma intendiamo proporre comunque alle liste in lizza i temi che vorremmo fossero al centro del dibattito». Ambiente, qualità dell'aria, salute, viabilità, sicurezza, cultura e valorizzazione del territorio sono i punti che il gruppo ritiene fondamentali e sui quali si aspetta condivisione da parte della prossima giunta. Pomponesco in Movimento ha inviato a Baruffaldi edangelicchio un questionario: «Le eventuali risposte verranno pubblicate, e portate all'attenzione dei cittadini e dei nostri simpatizzanti sulla pagina facebook Pomponesco in Movimento ». Due le domande specifiche ai singoli candidati. Ad Angelicchio: «V'è il rischio che si configuri un conflitto di interessi tra il ruolo di sindaco di Pomponesco e la sua nomina in Tea (in qualità di sindaco di una società del gruppo), considerato che la stessa azienda ha in appalto i servizi del Comune? Siamo certi che, nel caso venisse eletta, lavorerà per gli interessi del paese; ma in tutti i casi riteniamo una criticità la concomitanza fra l'eventuale ele- Giuseppe Baruffaldi Stilato un elenco di richieste ad entrambe le liste: oltre all'impegno per ambiente e salute spuntano la sicurezza con lavideosorveglianza e la raccolta dei rifiuti zione e la nomina in Tea. Come pensa di gestire questa situazione?». A Baruffaldi: «Il suo programma si chiude con un riferimento alle possibilità economiche dell'ente. Se ce lo consentiranno, dice il candidato, sarà nostro impegno garantire quanto specificato nel programma . Noi vorremmo sapere, in base alle disponibilità attuali e a quelle previste, quali sono i punti del programma che Baruffal- SilviaAngelicchio di è in grado di garantire; o, per lo meno, a quali promette di dare priorità. Riteniamo inoltre che fosse necessaria una presentazione pubblica della lista con maggiore anticipo, per poter avere un confronto diretto tra candidati e cittadini». Ad entrambi i candidati, il gruppo Pomponesco in Movimento chiede alcuni impegni. Ad esempio: il posizionamento sul territorio comunale di centraline per il monitoraggio della qualità dell'aria, misurando i livelli di Pm10, Nox, No2, Cove formaldeide; l'istituzione di una commissione ambiente municipale; la promozione di una nuova indagine epidemiologica; il potenziamento della vigilanza con video ed istituti di sorveglianza; il miglioramento della raccolta rifiuti, con sorveglianza delle piazzole. Riccardo Negri Si parla di noi Pagina 2 o1a ecolo caclúude c le polemiche si... aprono Il sindaco: decisione necessaria, il sito non era a nonna. Ma l'opposizione contesta i tempi della decisione QUINGENTOLE ('on una ordinanza firmata lo scorso 29 maggio il comune di Quinlgentole ha definitivamente chiuso la piazzola ecologica di via Sabbioncello: una decisione Che ha scatenato alcune critiche da parte dell'opposizione ma che il sindaco Anna Maria Calelïi difende strenuamente, sia da un punto di v ista normativo s ia dando un occhio anche alle casse del ('(nnune. Perchè se mettere a norma la piaiiola ecologica costerebbe una cifra che, al Inolnento, il comune di Quingentole non potrebbe pennettersi, dall'altro lato la collocazione della stessa - nei pressi del cimitero - e precise disposizl(illl normative renderebbero obbligata la scelta del l' alnlnini strazione. Nell'ordinanza il primo cittadino quingentolese richiama il decreto legislativo 152 del 2(X)6 relativo alla disciplina dei centri di raccolta dei ritinti urbani raccolti in (nodo differenziato, disponendo l'im- Inediata chiusura della piazzola ecologica. ('osa cambia dunque in concreto, a partire da ieri? I cittadini di Quin- gclitole potranno servirsi, i11 via provvisoria destinata a diventare definitiva quando vcrrà sottoscritta l'apposita colivenzione, della piazzola ecologica di via ('a' Rossa a Quistello (martedì e giovedì dalle 16 alle 19 e il sabato dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19); restano invece ancora attivi i servizi comunali d i ritiro do- Iniciliare degli ingombranti e dei rottami ferrosi su prenotaiione telefonica contattando il municipio; Pieve di ('oriano, Che 11s11f171iva in conveniione della piazzola si sta attivando per 1111a Convervione coli il comune d i Poggio Rusco per I'utilizzo della piazzola ecologica di via Ovara. 'Ira l'oplx)sizione, Alberto Manicaidi, del Collettivo Quingentolese peni non ci sta: «Senza dire nulla chiudono il centro raccolta rifiuti - tuona l'ex insindaco dalla pagina Facebook del Collettivo - Ilanno appena fatto una riunione pubblica e manco l'hanno accennato. L'e inesiino disservizio di alnlninistrat(n-i che ci stanno portando alla deriva». (ni(o) Nella foto il sindaco di Quingentole Anna Maria Caleff i nucvamenm =uinl: om lo alapg propaneiaeen r' odeuexareda Rifiuti Pagina 3 Rifiuti, si dovrebbe pagare a persona Gentile direttore, nella tassazione dei rifiuti, oltre all'iva non dovuta, vi è poi il principio iniquo, dal sapore vetero comunista, secondo il quale si paga in base alla metratura dell'appartamento. Logica vorrebbe che si applicasse, invece, in base al numero delle persone abitanti nella unità immobiliare: lapalissiano, visto che non sono i pavimenti ma, appunto, i residenti, a produrre scarto. Le stanze non mangiano, non leggono, non bevono... Pensiamo alla classica situazione: una volta abitavano l'appartamento papà, mamma e un paio di figli; con gli anni i figli vanno per la loro strada, solitamente la signora resta vedova e paga le tasse sui rifiuti come se ci fosse ancora la famiglia intera, mentre lei è rimasta generalmente con una modesta pensione mentre la gabella, peraltro, è aumentata. Anche di fronte a ciò, il Comune dovrebbe calmierare le tariffe delle utenze, vista la mancata ripresa economica. Spero nelle sensibilità e nell'intelligenza dei Consiglieri, almeno quelli di Minoranza. Marco Lovatti (Mantova) Rifiuti Pagina 4 VILLA GARIBALDI(RONCOFER- RARO) Sulla questione del tetto in amianto ammalorato che sormonta il grosso fabbricato abbandonato posto tra gli abitati di Villa Garibaldi e Roncoferraro, le polemiche non si smorzano. Come riportato la scorsa settimana dal nostro giornale, il gruppo di minoranza Volta Pagina si era recato dai carabinieri per formalizzare una segnalazione sulla situazione che ormai si protrae da due d'anni. Il consigliere Sergio Rossi aveva specificato che «era un dovere segnalare la potenziale pericolosità per la salute pubblica», affinchè gli organi preposti potessero finalmente avviare tutte le procedure del caso. Rossi, insieme ai colleghi Mario Rigoni e Luca Papotti tennero a sottolineare che l'interpellanza datata 13 luglio 2015 che ne denunciava la situazione non aveva mai avuto risposte ufficiali da parte dell'assessore Francesco Scarpari. A quel punto il sindaco di Roncoferraro Federico Baruffaldi era intervenuto per provare a rassicurare sia la minoranza consigliare che i cittadini. «Abbiamo sollecitato con una lettera il curatore fallimentare dell'immobile, chiedendo di fornirci anche la valutazione tecnica sullo stato di conservazione della sua copertura», aveva detto, con annesso avvertimento di procedere con un'ordinanza vera e propria in caso di inadempienza. «Prendiamo atto del sollecito - commenta il consigliere Rossi - ma Sergio Rossi il punto è un altro e cioè che ancora una volta dobbiamo registrare una promessa disattesa da parte del nostro sindaco, dal momento che in più occasioni aveva asserito che non avrebbe messo un euro in più a bilancio per la nuova area feste di Governolo, quando invece si è scoperto che ai 50mila iniziali ne ha poi aggiunti altri 25mila, somma che poteva essere inserita nei capitoli di spesa a sostegno della sanificazione del territorio e che, guarda caso, oggi potrebbero servire per risolvere il problema di zona Pontalto». Amw-Vk dwd V,,-- -.dn,d- Politica locale Pagina 5 ATI DAL DEPUTATO CARRA di Nicola Antonietti OLTREPÒ M.NO L'obiettivo è chiaro: riprendere la partita quanto prima per consentire ai Comuni e ai privati di procedere e concludere speditamente l'opera di ricostruzione, a partire dalle pratiche da licenziare, dal recupero di soldi per la casse comunali di cui l'imu è una fonte principale, e dal sostente le imprese agricole nella fase ultima della ricostruzione. Parola del deputato del Pd Marco Carra che ieri si è visto approvare tre ordini del giorno da lui presentati e relativi ad altrettante criticità ancora aperte e strettamente legate alla ricostruzione post sisma. In primo luogo la necessità per i comuni di una proroga per il personale tecnico in dotazione agli stessi, fino al 31 dicembre 2018, giorno in cui terminerà lo stato d'emergenza; in secondo luogo una protezione per le aziende agricole che, qualora non chiudano le operazioni di ricostruzione entro il 31 dicembre 2018, rischiano di restituire le somme ricevute comprensive di interessi; ultimo ma non ultimo come importanza, l'odg relativo al riconoscimento ai Comuni, da parte del Governo, dei soldi relativi agli anni 2012, 2013 e 2014 del mancato gettito Imu derivante dai mancati introiti per gli immobili resi inagibili dal sisma, e ricostruiti solo negli ultimi anni. Carra, dopo Tra i temi toccati la rorog del personale in dotazione ai Co uni, la copertura del rischio per le aziende agricole e i rimborso dell'imu non riscossa causa sisma questa approvazione, si dice fiducioso poichè, spiega «il Governo si è di fatto impegnato a trovare le soluzioni per queste importanti richieste che ausipco siano concretizzate in tempi brevissimi e per le quali è aperto il confronto con i Ministeri competenti, anche con il supporto della struttura commissariale, dei sindaci e dell'anci regionale. In sostanza, la battaglia continua». Solo due giorni fa il parlamentare dem aveva incassato un altro riscontro po- Palazzo Chigi. Nel riquadro il deputato del Pd Marco Carra Pasf-sismo: ii Governa approvo tre nuovi ordini del giorno Politica locale Pagina 6 sitivo con l'approvazione, da parte della Commissione Bilancio della Camera, di un emendamento (presentato da Carra insieme ai colleghi del Pd Davide Baruffi e Manuela Ghizzoni) al fine di accelerare i pagamenti alle imprese subappaltatrici e fornitrici impegnate nella ricostruzione privata, qualora l'appaltatore sia coinvolto in procedure concorsuali. In questo caso - aveva spiegato Carra - si fornisce una ri sposta concreta, arrivata dalle molteplici segnalazioni del territorio mantovano, di piccole ditte di artigiani impegnati nelle opere di ricostruzione e in difficoltà per il recupero di pagamenti, fino ad oggi dovuti per norma solo alle ditte capofila. Politica locale Pagina 7 MISSIONE COMPIUTA PER IL COMITATO CHE VUOLE SCONGIURARE LA FUSIONE CON HERA -9 1 ag, raccolte 2866 firme: il referendum si farà MISSIONE COMPIUTA. Il Comitato Acqua Pubblica ha consegnato al Comune 2866 firme autentiche a sostegno della richiesta di indire un referendum per scongiurare la vendita o l'incorporazione di Aimag in una grande multiutility, nel caso specifico Hera. Un successo probabilmente oltre le più rosee previsioni del Comitato visto che sono state abbondamente superate le circa duemila firme minime richieste. Quindi, anche se qualche firma dovesse essere annullata perché ritenuta non valida dagli uffici comunali, c'è un margine sufficiente per poter dire che il referendum si farà. «Un ringraziamento sentito va ai dipendenti comunali che si sono offerti di svolgere la funzione di certificatori ai nostri banchetti, poiché senza di loro questa raccolta non avrebbe avuto esito - spiega il presidente del Comitato Roberto Galantini - i certificatori comunali hanno autenticato le firme ai banchetti al di fuori del proprio orario di lavoro, perciò spesso hanno dovuto prendere ferie o permessi per consentirci di esercitare un diritto democratico». Il referendum non potrà comunque svolgersi prima di settembre, considerando i tempi burocratici. «Occorre sfruttare il tempo disponibile per passare parola ed informare i cittadini della necessità di partecipare a questa decisione, se vogliamo evitare che i servizi a rete essenziali sfuggano dal controllo dei comuni, come è puntualmente avvenuto dove sono state messe in atto le grandi fusioni di aziende exmunicipalizzate». Silvia Saracino Roberto Galantini presidente del Comitato Acqua Pubblica Segnalazioni Pagina 8 RONCOFERRA Stop all'impianto FossH kee L'ex sm daco-, «Tutto regolare» 1 RONCOFERRARO Caso Fossil free. L'attuale amministrazione comunale ha fermato definitivamente l'impianto che dal 2007 doveva servire per riscaldare e raffrescare gli immobili comunali attraverso strada facendo. Ma occorre fare mente locale a quegli anni nei quali si cercava di favorire nuove strade per il risparmio dei combustibili fossili». Il progetto Fossil free fu più volte premiato da Wwf e Legambiente: «E siamo anche arrivati in clasl'utilizzo di sifica davanti biomasse legnose al posto dei combustibili fossili. Un impianto innovativo a Parigi - ricorda Roveda -. Purtroppo la filiera che doveva produrre il legno e premiato necessario più volte per il suo contenuto ecologico, ma che, a conti non è mai partita perché gli agricoltori lo - cali non l'hanbe fatti, avrebno ritenuta generato conveniente. forti costi, più L vero che ci alti dell'uso L'ex sindaco Candido Roveda sono stati diversi del metano, sistema al quale il sindaco Federico Baruffaldi ha preferito tornare, inviando in procurala relazione consegnata da un perito incaricato per verificare eventuali, possibili reati. Si dice del tutto tranquillo l'ex sindaco Candido Roveda: «Il progetto era nato con la precedente amministrazione Truzzi - spiega l'ex primo cittadino - e la mia amministrazione se l'è trovato già avviato. Il fatto che si trattasse di un impianto sperimentale costituiva un limite. Nel senso che si è pagato forse lo scotto di aggiustamenti step di aggiornamento dell'impianto e manutenzioni straordinarie. Al punto che io stesso, a fine mandato, ho fatto fare una relazione finale per capire. Ma tutte le spese sono state sempre pagate e rendicontate con l'avallo dell'unione europea. Quando non da Provincia e Regione». Allora perché questo esposto? «Il sindaco ha qualche problemino di consenso - spiega Roveda - forse vuole portare l'attenzione su altro, cercando di scaricare le responsabilità su chi l'ha preceduto». Francesco Romani Taakfnr Imr!'aviaria,i 1 Iniil, i:irrliiiii Segnalazioni Pagina 9 P La colorazione ciel camino sarà affidata al miglior progetto A2A e Agsm al lavoro perstabilire le regole per i partecipanti PONTI SUL MINQO L'NzrATivA di Giovanni Bernardi PONTI A2A e Agsm, in sede di progetto iniziale, avevano avanzato alcune soluzioni per la nuova colorazione della ciminiera della centrale. Ma in fase autorizzativa, ancora lo scorso autunno, è arrivata una prescrizione importante: la colorazione del camino dovrà essere decisa in base al migliore progetto tra quelli che giungeranno tramite un concorso di idee. E ora i due soci di maggioranza della centrale, la bresciana A2A e la veronese Agsm, stanno lavorando per redigere il bando con il quale verranno stabilite le regole e per partecipare all'iniziativa e i dettagli - almeno di massima - su come il camino dovrà risultare. Come noto, infatti, demoliti i vecchi motori della centrale, si è deciso di rendere la ciminiera un belvedere sul vicino Lago di Garda, sul Parco del Mincio e sul circostante anfiteatro delle colline moreniche mantovane. Inizialmente A2A e Agms avevano avanzato alcune idee. Una, ad esempio, prevedeva che la ciminiera potesse essere colorata di grigio pietra, come a creare un grande monolito svettante tra le colline moreniche, il Lago di Garda e il Mincio. In alternativa il manufatto avrebbe potuto essere dipinto di vari colori così da produrre un deciso stacco rispetto al panorama retrostante, in base all'angolazione dalla quale si fosse guardato il camino. Altra idea, la ciminiera sarebbe potuta essere simile al camino del termovalorizzatore di Brescia: una tonalità di azzurro più scuro alla base e più chiaro verso il cielo, così da confondersi proprio con quest'ultimo. In fase autorizzativa però si è deciso di cambiare strada, chiedendo ad A2A e Agsm di bandire un concorso di idee aperto ai più diversi soggetti che dovranno progettare la nuova colorazione della ciminiera. Nel corso delle prossime settimane il bando dovrebbe essere pronto così da dare il via al concorso che porterà verso la fase di lavori veri e propri. Sempre in fase autorizzativa infatti è stato chiesto di arrivare alla fase dei lavori di trasformazione della ciminiera nel giro di massimo due anni. Uno scorcio della centrale di Ponti: ben visibile la ciminiera Concorso di idee per la eiminiem Bando pronto enfio Pestate Segnalazioni Pagina 10 A2A Smart City acquisisce Patavina c l i s A2A, attraverso la controllata A2A Smart City, ha acquisito Patavina Technologies, start upveneta di ricerca nel campo dell'internet of Things, il cosiddetto internet delle cose che ha come obiettivo lo sviluppo di tecnologie e di reti intelligenti che sono alla base dei diversi progetti di Smart City. L'operazione, sottolinea una nota, «si pone nel quadro di un più ampio programma di investimenti finalizzati alla ricerca e alla progettazione di nuove tecnologie, a
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks