Rassegna stampa del 08 aprile 2019

82 pages
0 views
of 82
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Description
08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e…
Transcript
08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 8 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 8 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 13 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 13 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 13 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 14 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 14 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 26 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 27 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 27 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 6 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 6 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 6 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 6 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 9 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 7 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 7 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 7 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 6 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 6 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 12 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 14 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 4 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 4 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 7 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 7 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 1 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 1 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 1 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 1 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 5 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 5 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 5 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 5 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 4 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 4 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 10 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 10 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 10 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 10 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 8 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 8 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 8 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 3 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 2 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 6 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 6 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 6 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 4 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 5 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 12 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 12 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 12 3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione08-APR-2019 Estratto da pag. 11EDIZIONE DELLA MATTINA3043a cura dell'Ufficio Stampa e Comunicazione8 CronacaL'ARENALunedì 8 Aprile 2019LacapitaledelvinoGrandeentusiasmo perla«prima» inFieraConte,brindisi conCantinaSoaveIl premier Conte allo stand della Cantina di Soave . Da sx: Wolfgang RaifereRobertoSoriolo(vicedirettoreedellaCantinadiSoave),Giorgio Mercuri (Cooperative Agroali-mentari), Alessandra Pesce ( ministero Politiche agricole), Maurizio Gardini (Confcooperative), Alessandro Scorsone sommelier di PalazzoChigi.TAGLIODELNASTRO. Allapresentazionedella rassegna conDanese,Sboarina eCentinaioVinitaly,che avvio «Siamogiàpronti pernuovi successi» Ilcommissarioeuropeo Hogan sulfuturodituttoil comparto «Sonoconvintoche i viticoltori saprannofareancora meglio» «Vinitaly è una fantastica celebrazione della qualità e della biodiversità del patrimonio culturale e vitivinicolo, che si rispecchia nel fatto che l’Italia ha più di 600 indicazioni geografiche, il numero più alto in Europa. Compito dell’Unione europea è tutelarle ». Così il commissario europeo all’Agricoltura, Phil Hogan, ha riconosciuto il valore di Vinitaly come strumento di divulgazione e promozione del vino italiano, intervenendo ieri mattina alla cerimonia inaugurale dell’edizione numero 53 di Vinitaly, dopo il focus di Denis Pantini, responsabile di Nomisma Wine Monitor, sui numeri e le tendenze del mercato italiano e il talk show «Futuro del vino, il Vinitaly del futuro», moderato da Bruno Vespa. «L’Unione europea esporta oltre 20 miliardi di euro di vino, dei quali oltre 6 miliardi vengono dall’Italia», ha proseguito Hogan. «Sono convinto che i viticoltori avranno ancora più successo nei prossimi anni. Come Unione europea stiamo lavorando per costruire rapporti commerciali in tutto il mondo e la diplomazia economica sta dando grandi risultati, dall’Asia ai nuovi mercati emergenti come l’Australia». «Anche quest’anno Vinitaly si apre al mondo del business, con una rassegna forte di oltre 100mila metri quadrati netti, 4.600 espositori, con buyer esteri rappresentati provenienti da 143 paesi», ha commentato il presidentedi Veronafiere, Maurizio Danese. «Dalla trasformazione in Società per azioni di Veronafiere, abbiamo accelerato sempre di più per fare di Vinitaly il centro di una struttura aggregativa di promozione che parli ai buyer esteri come voce unitaria dell’eccellenza vitivinicola italiana. Siamo un attore privato, ma mettiamo a disposizione le nostre risorse e il nostro know-how per operazioni di sistema, perché siamo convinti che questa sia la strada giusta per mantenere ed incrementare gli straordinari risultati ottenuti dal vigneto Italia in questi ultimi 20 anni». La forza di Vinitaly si declina anche come motore propulsivo per l’economia e lo sviluppo della città. Lo ha ricordato il sindaco Federico Sboarina, che annuncia un grande piano di «rigenerazione di tutta l’area circostante alla fiera, dove stiamo recuperando un milione di metri quadrati, con investimenti per rendere la città più attraente e internazionale per il turismo e per il business». Un’altra missione annunciata dal Governo riguarda il tanto invocato snellimento della burocrazia, come assicurato dal ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio: «L’obiettivo è promuovere il brand Vinitaly, fra i più conosciuti al mondo, che ci permette di comunicare il valore dei nostri territori del vino, che esprimono 523 diverse identità enologiche tra dop e igp». •Tuttiprontiper iltagliodelnastro dell’edizione numero 53di VinitalyL’inaugurazionedell’edizionenumero 53di Vinitaly, alcentrodellafoto ilcommissario europeoper l’agricolturae losviluSOTTO I RIFLETTORI. La Casellati a Veronafiere. «Evento straordinario»«Nonsoltanto imercati Conquistaanche ilcuore» Grandeaffluenza per ilprimo forum delVinitaly2019Lapresidente del Senato tragli ospitidei padiglioni «Comeciricorda il Papa, nonc’è festasenzavino» Manuela TrevisaniIlprimo giorno di fiera ha portatomigliaia di visitatori«Il Vinitaly è una realtà estremamente importante per il Veneto e per l'Italia, una vetrina dove la storia, la qualità e la novità possono incontrarsi e farsi apprezzare da compratori provenienti da oltre cinquanta Paesi». La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha aperto con queste parole la cinquantatreesima edizione del Salone del vino. «È inoltre universalmente riconosciuta e apprezzata la capacità di Vinitaly di realizzare un unicum con la città, con ilcentro storico di Verona, che si mostra in tutta la sua bellezza, tra arte, cultura, musica e degustazioni». La presidente del Senato ha ripercorso l'evoluzione del Vinitaly negli anni. «Anche grazie a una perfetta sinergia con le istituzioni locali, questo appuntamento ha saputo innovarsi e rendere sempre più efficace la sua capacità di conquistare nuovi mercati e contemporaneamente conquistare il cuore dei visitatori: un'attività che si sviluppa durante tutto il corso dell'anno in tutti e cinque i continenti, coniugando i propri ambiziosi obiettivi sotto il profilo quantitativo e sotto lo strategico aspetto della qualità». Non poteva, la Casellati, non ricordare i numeri del Vinitaly: dai centomila metri quadri di spazio espositivo al-le oltre quattromila aziende presenti, provenienti da 35 nazioni, fino al catalogo complessivo di sedicimila etichette. «Dati straordinari, che confermano la lungimiranza di Veronafiere nell'accompagnare e sostenere il successo di Vinitaly con una serie di azioni concrete che ne stanno esaltando il posizionamento a livello globale», ha spiegato la presidente del Senato. «Mi riferisco ai nuovi servizi digitali, all'attenzione alle nuove tecnologie, alla capacità di mettere a disposizione sempre nuovi spazi, all'intuizione di una nuova e intelligente diversificazione dell'offerta degli operatori professionali e degli appassionati: un'intuizione che non solo ha reso possibile l'affermazione del Vinitaly nel comparto bu-li speriamo si arrivi a riconoscere dei disciplinari per poter parlare di sostenibilità». Il Governatore del Veneto ha fatto poi un accenno alle due candidature per l’iscrizione nel patrimonio Unesco dell’Amarone e del Prosecco. «Entrambe aprono un nuovo scenario per tutta la viticoltura veneta e hanno bisogno di un accompagnamento a 360 gradi». Grande soddisfazione anche per le parole di Matteo Salvini. «Mi fanno piacere - ammette - soprattutto sul processo per l’autonomia della nostra Regione. Del resto non potrebbe che essere così, e lo dico per i compagni di viaggio, visto e considerato che nel contratto di Governo c’è scritto che bisogna dare l’autonomia al Veneto, allaLombardia, all’Emilia Romagna. Non capisco perché si stia ancora temporeggiando su questa partita. È una mancanza di rispetto non nei miei confronti ma nei confronti di quei 2 milioni 328 mila veneti che sono andati a votare nel 2017». Il Governatore ha poi concluso sul tratto della tav Padova-Brescia: «Una delle grandi sfide», conclude Zaia, «e io sono per il sì perché abbiamo promesso ai veneti che ci saremmo dotati di infrastrutture degne di questo nome. Perdere la Tav vuol dire non solo perdere competitività e un corridoio importante per il business ma soprattutto non mantenere la parola data ai veneti che l’hanno sempre voluta». •ORGOGLIOVENETO. Grandesoddisfazione perilGovernatore che tracciaun bilanciosulla produzione regionaledivino«L’Amarone? Patrimonio dell’Unesco» «Sitratta diungiro d’affari chesfiora i5 miliardieuro L’ecosostenibilitàè l’unica stradapercorribile» Serena MarchiÈ un Luca Zaia pieno d’orgoglio quello che ieri mattina è intervenuto, all’inaugurazione del Vinitaly. E i numeri snocciolati dal Governatore del Veneto confermano tutto il suo entusiasmo. «Siamo i primi produttori del nostro Paese con 16,5 milioni di quintali di uva prodotta e13,5 milioni di ettolitri, con 1 miliardo e 600 milioni di export, con 53 denominazioni presenti, con imprenditori di successo già proiettati al futuro». A margine del taglio del nastro della manifestazione, Luca Zaia ha aggiunto: «Siamo sotto i riflettori internazionali con i nostri vini, i vitigni, gli esportatori e rappresentiamo non solo quantità, con la produzione 2018 quasi raddoppiata, ma soprattutto qualità, testimoniata dal successo dei vini veneti nel mondo». Il futuro? Il Governatore ha ribadito che «l’unica strada percorribile nei prossi-mi anni è l’ecosostenibilità, la certificazione ambientale del prodotto, del vigneto e dell’intero processo». Secondo Zaia, in Veneto il vino vale un giro d’affari di quasi 5 miliardi di euro e una quota export - prima di Italia - di 1,6 miliardi. «Vogliamo però che questo settore resti performante», ha aggiunto, «e dobbiamo accompagnare questa passione e questo business, innanzitutto sotto il profilo della sostenibilità ambientale. Perché quando si vuol parlare male dell’agricoltura, si parla di viticoltura associandone la produzioneall’inquinamento. Non può prescindere invece -ha puntualizzato Zaia- dalla certificazione del processo, del prodotto e delle aziende in generale. Molti agricoltori si stanno dando da fare in questo, ed è giusto che siano premiati e che loro aziende siano valorizzate». Zaia ha riconosciuto in quest’ambito l’impegno portato avanti dal ministro Gian Marco Centinaio rispetto all’etichettatura, «soprattutto in un contesto nel quale l’Europa non ci dà una mano. L’etichettatura è la vera sfida, così come la partita sui vitigni resistenti per i qua-IlGovernatore Luca ZaiaDEL LUNEDÌil Quotidiano€ 1,20y(7HB1C0*QKOOLQ( +}!”!&!”!{del NordEstANNO 133- N° 14VENEZIA MESTRELunedì 8 Aprile 2019Mestre Botte e coltello baby gang rapina un negozio Terrore in centroL’analisiIl voto per l’Europa condizionato dalle paure Alessandro Campi lunatici in politica ci sono sempre stati. Non sorprende dunque il gran numero di simboli eccentrici che sono stati depositati ieri al Viminale in vista delle prossime elezioni europee. Anche se abbandonarsi all’ironia per il fatto che esistano il Movimento dei Poeti d’Azione o il Partito internettiano è segno di scarsa lungimiranza o di eccessiva supponenza. Dal momento che una forza politica fantasiosamente denominata Movimento Cinque Stelle, fondata da un comico in vena d’insulti e di vedute apocalittiche, è divenuta la prima in Italia nell’arco di appena cinque anni, anche Mirella Cece, leader indiscussa del rassemblement Sacro Romano Impero Cattolico, merita di essere seguita con rispettosa attenzione. Con gli elettorati ormai impazziti e disposti a tutto hai visto mai… Ma la corsa a presentare per primi il proprio simbolo nulla ci dice dello stato d’animo con cui verrà affrontata la scadenza delle europee. Tradizione vuole che in ogni singolo Paese si voti per Bruxelles pensando alle questioni (e alle beghe) interne. Stavolta potrebbe essere diverso essendosi creata, almeno a livello mediatico e di minoranze politicizzate, una forte polarità tra europeisti e nazional-sovranisti. I buoni e i cattivi. Ma questi ultimi, come ha spiegato bene su queste colonne Luca Ricolfi, non necessariamente sono contro l’Europa: semmai ne hanno una visione diversa dai primi. Segue a pagina 23IPassioni e SolitudiniIl grasso buono e i segreti della vitamina D Alessandra Graziottin iuto! Ho la cellulite!». Questo è uno dei problemi che più turbano le donne, giovani e giovanissime, che ne detestano l’insulto estetico alla loro bellezza, soprattutto in vista dell’estate. Importa poco, o nulla, delle implicazioni per la salute. Invece, è proprio comprendendone le caratteristiche (...)«ASegue a pagina 23Nuoto Una Fede intramontabile: a trent’anni è ancora recordL’intervista Paladin: «La mia fortuna? Ho visto il prosecco diventare grande» Pittalis a pagina 11Bonzio a pagina IIwww.gazzettino.itMei a pagina 21Flat tax, arrivano i primi sì Al Vinitaly Salvini avverte i Cinquestelle: `Conte: «La tassa pilastro della manovra» «Avanti su Tav e Quota 100, voglio rispetto» Di Maio: «Ok, ma non per aiutare i ricchi» `Banche Oggi il vertice, il nodo dei 35mila euroVa bene la «prudenza» di Giovanni Tria, ma la flat tax deve essere nel Def. Matteo Salvini apre il Vinitaly a Verona avvertendo gli alleati: «Abbiamo votato il reddito di cittadinanza, che non è nel dna della Lega, ora pretendiamo rispetto». Così annuncia le priorità: dalla flat tax alla Tav. E dopo le liti incassa i primi si dal premier Giuseppe Conte nel pomeriggio («La flat tax è un pilasto della manovra) e dall’alleato cinquestelle Luigi Di Maio in serata: «La flat tax va fatta ma senza aiutare i ricchi». Conte si fa carico di risolvere anche questa grana, in vista del varo del Def. Vanzan alle pagine 2 e 3La riforma delle Regioni«L’autonomia? Si farà» Il premier dà la parola Sollecitato dal governatore veneto Luca Zaia, il premier Giuseppe Conte rassicura: «Per l’autonomia questo governo ha una sola parola: si farà e ci stiamo lavorando. Ovviamente nel rispetto dei principi costituzionali». A pagina 3Va a vedere la partita del figlio, muore dopo l’infarto in tribuna Vittima il presidente del Montebelluna calcio, manager Saucony`Risparmiatori spaccati al confronto con Tria Le associazioni dei risparmiatori a confronto con il governo in vista della decisione sui rimborsi ai soci delle ex popolari. Nella foto una protesta a Montecitorio Crema a pagina 5Stava vedendo il figlio giocare a calcio con le giovanili, quando ha accusato un malore in tribuna. A nulla sono valsi i soccorsi, è morto poco dopo in ospedale. Se n’è andato così il presidente del Montebelluna calcio, Marzio Brombal: aveva 71 anni. Ex amministratore della Diadora, aveva fondato Sport Lab, il distributore italiano del marchio Saucony, le scarpe americane. Originario di Caerano San Marco era stato l’artefice delle prime sponsorizzazioni eccellenti nel mondo del calcio, a partire da quella di Roberto Baggio con cui era rimasto particolarmente legato negli anni. Mondin a pagina 7Stati UnitiA 61 anni mette al mondo la bimba del figlio gay Treviso, crolla sul palco il direttore d’orchestra Il direttore d’orchestra trevigiano Stefano Mazzoleni, 58 anni, è stato colto da un infarto ieri ment
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks