sergio-rizzo-1-ottobre-2019

2 pages
0 views
of 2
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Description
MANLIO CERRONIDott.Sergio Rizzo Vicedirettore la RepubblicaRoma, 1 ottobre 2019 Caro Rizzo Ho letto con stupore e incredulità il suo articolo di ieri su Repubblica…
Transcript
MANLIO CERRONIDott.Sergio Rizzo Vicedirettore la RepubblicaRoma, 1 ottobre 2019 Caro Rizzo Ho letto con stupore e incredulità il suo articolo di ieri su Repubblica “Da Cerroni ai Proto ecco chi fa i soldi con l’emergenza rifiuti” qualificato addirittura come “inchiesta”. Mi dispiace molto che le notizie che mi riguardano vengano proprio da Lei che è stato a visitare Malagrotta, anche con Maurizio Fortuna, che si è confrontato più volte con me, che è stato da me tenuto costantemente informato di ogni mia iniziativa e corrispondenza con le Autorità e con la stampa, con l’unico fine di fare qualcosa per Roma: rilegga la mia nota del 19 aprile 2019. Quanto al contenuto dell’articolo è già stato passato tutto in rassegna e vivisezionato nella mole impressionante di atti (110.670 pagine di documenti e 382.888 pagine di intercettazioni) che hanno costituito il Procedimento 7449/08 che, dopo 6 anni di indagini a 360°, 4 anni e mezzo di dibattimento e ben 81 udienze, si è concluso il 5 novembre 2018 quando la I Sezione Penale del Tribunale di Roma, presieduta dal dott.Mezzofiore, ha pronunciato nei confronti miei, dei miei collaboratori e di tutti gli altri imputati una Sentenza di Assoluzione che ha smantellato tutti i capi di imputazione. Ancora di più hanno fatto le motivazioni, depositate il 6 maggio e così riassunte dalla ANSA del 7 maggio “Giudici, Cerroni operava per la collettività”. Circa il coinvolgimento dei miei compaesani (su cui Lei era già intervenuto in un Suo articolo del 19 aprile scorso e su cui Le ho già risposto con una mia nota in pari data) anche questo ha fatto parte ed è stato chiarito nel Processo. Il discorso è molto semplice: il 15.09.1979 il Comune rilevò gli impianti privati di Rocca Cencia e Ponte Malnome e con essi il personale assorbendo quindi anche quegli operai laboriosi ed affidabili del paesello. Quanto al “sacco di soldi che fanno i monnezzari privati”, grazie a Malagrotta non li ho fatti io ma i Romani, e quindi anche Lei, se pensa che Malagrotta ha garantito a Roma per circa 30 anni un servizio regolare, ininterrotto giorno e notte, efficiente e - non ultimo – economico, con un risparmio per la Città di Roma e per i Romani di circa 2 miliardi di euro (DICONSI DUEMILIARDI DI EURO) se si raffrontano le tariffe di Malagrotta (servizio privato) con quelle praticate dall’AMIU (società pubblica) che dal 1967 ha trattato i rifiuti di Genova e del suo hinterland nella discarica di Scarpino. Proprio oggi leggiamo sul Corriere che “Il Comune spende 200 milioni di euro l’anno per mandare via i rifiuti da Roma”. Se la Sindaca Raggi e tutte le Autorità competenti avessero accolto le mie proposte, quelle che Lei definisce “una tempesta di lettere”, Roma e i Romani spenderebbero molto di meno e in più Roma sarebbe pulita. E’ opportuno ricordarLe poi che io non realizzo e gestisco solo discariche, che sono anzi la componente minima del mio impegno industriale nel settore dei rifiuti. Nel 1959 ho ideato e nel 1964 realizzato a Roma il primo impianto al mondo di trattamento industriale dei rifiuti. Quell’impianto già all’epoca recuperava il 100% delle materie 1MANLIO CERRONI seconde precorrendo di decenni le richieste di recupero e riciclo di cui oggi tanto si parla, trasformando i rifiuti da problema in opportunità e risorsa. Quell’esperienza si è evoluta nel tempo grazie allo sviluppo e all’impiego delle più moderne tecnologie e ci mette oggi in grado di realizzare soluzioni proiettate già al 2050. A questo proposito, prendendo spunto da una intervista pubblicata su Repubblica il 18 settembre scorso, ho scritto a Bill Gates offrendo alla sua Fondazione la collaborazione mia e del Gruppo per intervenire in quei Paesi del mondo dove il dramma dei rifiuti è alla base di malattie che decimano ogni anno migliaia di bambini, uomini e donne. La lettera è pubblicata sul mio blog. Quanto al nuovo processo che Lei cita e che altro non è che un clone di quello concluso, esso è anche la dimostrazione di un assedio ossessivo da parte del PM a cui ho sentito il dovere di scrivere, proprio nel giorno del rinvio a giudizio, la nota che Le allego. Ci sarebbero tante altre cose da dire e approfondire ma nei miei libri e sul mio blog c’è tutta la rappresentazione di questa tragedia mia e di Roma di cui tutti paghiamo le spese. Mi permetta, per chiudere, una domanda: come nasce proprio oggi una “inchiesta” del genere che, pur senza notizie di rilievo o novità eclatanti, impegna una intera pagina oltre al richiamo in prima e che io ritengo personale, strumentale e diffamatoria e che altri, più esperti, potranno in tal senso valutare meglio di me? DistintamenteManlio Cerroni2
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks